Pubblicità

Pierfranco Bruni porta al “Casalini” immaginario e verità della magia in Luigi Pirandello

SAN MARZANO DI SAN GIUSEPPE – Scuola e Beni culturali per leggere Pirandello ai ragazzi delle Medie. Iniziativa dell’Istituto Casalini di San Marzano (Taranto) per LIBRIAMOCI del Mibact con Pierfranco Bruni. L’Istituto Comprensivo “Casalini” di San Marzano di San Giuseppe (Taranto) diretto da Maria Teresa Alfonso ha organizzato, in occasione dell’iniziativa LIBRIAMOCI del Mibact, “Libriamo…la nostra mente”, un incontro su Pirandello a 150 anni dalla nascita con Pierfranco Bruni, Responsabile del Progetto Etnie – Letterature del Mibact.

Pierfranco Bruni che ha condotto diversi studi sul piano etno letterario e antropologico su Pirandello, portando la lingua italiana pirandelliana in alcuni Paesi Esteri per la Settima della Lingua Italiana nel Mondo, illustrerà, in una personalissima chiave di lettura, la novella, e poi rappresentazione cinematografica e filmica, “La Giara” di Luigi Pirandello, che è l’immaginario e la verità della magia e dei segni alchemici.



Un’opera autentica e innovativa sul piano letterario che antropologico e linguistico. Temi ai quali il Mibact e il Miur si confrontano con qualificati modelli.

La manifestazione si svolgerà govedì 26 ottobre 2017 nel Salone BBC di San Marzano alle ore 11. I lavori saranno introdotti dalla dirigente scolastica Maria Teresa Alfonso e il dialogo con gli allievi sarà sviluppato da Pierfranco Bruni in collaborazione con i docenti dell’Istituto attraverso anche una lettura di brani del testo pirandelliano.

Un’occasione per valorizzare le celebrazioni di Pirandello all’interno di un modello etno – antropologico e rientra nelle attività progettuali che Bruni svolge per conto del Mibact.



Ma perché si è scelta proprio “La giara”?
“Nella ‘Giara’, sottolinea Pierfranco Bruni, c’è una visione prettamente simbolica, mitico simbolica, archetipale. Quando l’aggiustatore ‘magico’, perché sarebbe da definirlo tale, si infila dentro la giara, per ‘catturare’ quel frammento di rottura della giara, e poi non riesce a uscir fuori perché si rende conto che la bocca della giara ha una rotondità che non permette ad un corpo umano di uscir fuori, lì, si consuma un dato prettamente antropologico. È come se la giara non riuscisse a partorire… I simboli sono singolari”.
Una pagina significativa rivolta ai ragazzi della scuola media per comprendere una personalità che caratterizza il novecento letterario italiano. Infatti Pierfranco Bruni spiegherà la complessità di Pirandello ai ragazzi grazie anche ad alcuni Video – Docu realizzati da Anna Montella e da Stefania Romito. Un incontro interessante che si inserisce nel quadro delle iniziative educative e conoscitive tra Mibact e Miur proprio con “Libriamoci”.

RICERCHE CORRELATE

La lingua e la ‘parlata’

Pierfranco Bruni in Albania

pierfranco-bruni-studenti-pirandello
Pierfranco Bruni

Un commento su “Pierfranco Bruni porta al “Casalini” immaginario e verità della magia in Luigi Pirandello”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *