Pubblicità

Uomo confessa! Fuori gli attributi! Quando e quanto hai discriminato una donna?

TORINO – In questi giorni è stato virale l’hashtag #metoo in cui le donne, per l’ennesima volta, raccontavano quando e quanto sono state discriminate sessualmente. Sempre donne che parlano alle donne. Che noia.

Chissà se gli uomini all’ascolto, che leggono, hanno il coraggio di dire quando hanno discriminato una donna e come? Questo sì che sarebbe avere gli attributi!

Magari questo può servire a qualcosa.

Un outing serio, che abbia un senso.

Tanto lo avete fatto un po’ tutti almeno una volta nella vita. Anche i miei amici più rispettosi e seri almeno una volta sono usciti con una battuta sessista dal banale “è stressata perché non ha un uomo” o “ha le sue cose, lasciala perdere”.


Il peggio è, poi, quando la discriminazione femminile arriva da un’altra donna “chissà cosa avrà fatto quella per fare carriera!”.

Guardate alla donna attualmente più bersagliata della nostra politica italiana, la presidente della Camera dei deputati, Laura Boldrini. Che può essere simpatica o antipatica, le cui lotte possono essere condivisibili o meno, ma trovatemi nella storia della Repubblica un uomo odiato con tanta ferocia. Non c’è!

Nemmeno Silvio Berlusconi, che da sempre passa per perseguitato, è stato oggetto di tanto odio; semmai maggiormente idolatrato dai più.

E questo perché? Perché un uomo che conquista molte donne è comunque invidiato e portato in gloria.


Il primo insulto che si lega a una donna invece è sempre connesso al meretricio.

E se togliamo dalla gamma degli insulti e dei vocaboli che in ogni lingua -ci sono interessanti studi in merito- al maschile indicano una professione e al femminile rimandano alla prostituzione, per i signori abbiamo già ridotto la gamma degli insulti del 70%.

Ecco, semplificando, spiegato perché le donne sono più schernite e colpite.

E adesso, fuori gli attributi!

Se li avete, uomini, raccontateci come e quando avete discriminato. Fare ammenda è sempre il primo modo per assumere consapevolezza e smettere.

Fate il vostro #metoo

“Ciao sono Marco e #ancheio ho discriminato una donna quella volta che…ma adesso ho capito e #nonlofacciopiù“.

E poi, detto tra noi, un uomo che ammette i propri errori, ha in mano un’arma di seduzione di massa!

di Lorenza Morello

RICERCHE CORRELATE

Violenze di Rimini

Nuova sentenza sul divorzio

articolo-uomo-lorenza-morello
Lorenza Morello

2 commenti su “Uomo confessa! Fuori gli attributi! Quando e quanto hai discriminato una donna?”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *