mercoledì, Settembre 28, 2022
Home Mondo Avrebbe dovuto succedere a Boris Johnson… Rishi Sunak, il becchino dei conservatori...

Avrebbe dovuto succedere a Boris Johnson… Rishi Sunak, il becchino dei conservatori britannici

64
0

Designato dall’altra parte della Manica con l’elegante titolo di “Cancelliere dello scacchiere”, il ministro delle finanze britannico Rishi Sunak ha avuto una brutta giornata il 17 maggio. Durante il dibattito sull’aumento del costo della vita, il deputato ed ex leader del partito laburista Ed Miliband ha preso la mira. “Il Cancelliere e le criptovalute sono spuntati dal nulla. Il loro valore è salito alle stelle e sembravano essere il futuro, ma si è rivelato tutto un gigantesco schema Ponzi.ha dichiarato. Il Cancelliere è stato appena smascherato, lui è sopraffatto dalle sfide che questo Paese deve affrontare…”

Le critiche che piovono in Parlamento al ministro delle Finanze sono largamente condivise dalla maggioranza degli inglesi. Allo stesso tempo, il Primo Ministro Boris Johnson deve fare i conti con una complicata sequenza tra le sue preoccupazioni personali come il “Party Gate” – feste organizzate nella sua residenza di Downing Street mentre il Paese era in piena reclusione – e amare sconfitte elettorali come nel recenti elezioni legislative. Inoltre, la sua strategia economica si è rivelata impotente di fronte all’inflazione galoppante che ha raggiunto il 9% ad aprile. Come se non bastasse, Rishi Sunak ha avuto l’imbarazzo di ammettere di non poter raccogliere gli aiuti sociali destinati ai più poveri” perché il reparto informatico del suo ministero non permette che vengano modificati più di una volta all’anno…”

Bello ma inesperto

La caduta potrebbe essere grave per un uomo presentato per un anno dai media britannici e da molti parlamentari conservatori come il futuro del Partito conservatore. C’è da dire che Rishi Sunak sa come vendersi. Un sorriso smagliante, capelli pettinati all’indietro e una ciocca ben curata, il tutto accompagnato da uno stile di abbigliamento moderno che alterna l’impeccabile abito e la felpa con cappuccio. Da questo autunno e dalle rivelazioni di Party Gate, che hanno in gran parte danneggiato la reputazione di Boris Johnson, è stato persino indicato come colui che lo avrebbe rovesciato. I suoi attributi sono stati persino proposti come prova di un’evidente discrepanza con un Primo Ministro panciuto, trasandato e deliberatamente arruffato.

Vedi anche:  Ungheria: "Orbán sta costruendo un sistema senza uscita, che ricorda quello di Putin"

LEGGI ANCHE: Regno Unito: Boris Johnson, testato, criticato ma irrefrenabile

Queste previsioni allora sembravano già ottimistiche. Sembravano dimenticare che Rishi Sunak è un politico inesperto, che non ha mai incontrato difficoltà o mostrato la minima attitudine in campagna elettorale. Dopo aver iniziato nel 2001 presso la banca americana Goldman Sachs, ha proseguito la sua carriera nella finanza con due fondi di investimento, prima di entrare a far parte del think tank di Policy Exchange, considerato uno dei vivai del Partito conservatore.

È poi diventato deputato nel 2015. Mentre i conservatori cercano disperatamente di promuovere i parlamentari delle minoranze etniche per modernizzare la loro immagine, la sua origine indiana e la sua decisione di fare una campagna per la Brexit nel referendum del 2016 hanno spinto la sua carriera. Integrato nel governo da Theresa May nel gennaio 2018, è stato nominato numero due del Tesoro nel luglio 2019 da Boris Johnson. Le dimissioni nel febbraio 2020 del Cancelliere dello Scacchiere Sajid Javid lo mettono al suo posto. Diventa quindi la seconda figura del governo. Un aumento vertiginoso per un parlamentare di 39 anni eletto da meno di cinque anni.

Pochissimi britannici poi conoscono il volto del nuovo ministro delle finanze, la pandemia è responsabile di portarlo alla luce. Rishi Sunak paga centinaia di miliardi ad aziende, dipendenti e imprenditori autonomi del Paese e lancia un programma di sostegno ai ristoratori durante l’estate del 2020. Diventa quindi il politico più popolare del Paese. A luglio 2020, il 52% dei britannici ha un’immagine positiva del proprio lavoro e solo il 12% una percezione negativa. Non sorprende quando si firmano grandi assegni.

Vedi anche:  Inviando armi all'Ucraina, il governo spagnolo cambia rotta

vero volto

Ma dopo che il Covid si è ritirato, Rishi Sunak rivela la sua vera personalità politica. Nel novembre 2021 ha rifiutato a Boris Johnson l’intero budget per lo sviluppo della HS2, la linea ad alta velocità che dovrebbe unire Londra a Leeds e Manchester. All’inizio di febbraio 2022, ha rifiutato l’integrazione di nuove spese nell’ambito del “Leveling Up”, la misura di punta di politica interna di Boris Johnson, intesa ad aumentare il tenore di vita nelle regioni dimenticate del Regno Unito. Compresi molti collegi elettorali storici del lavoro che sono diventati conservatori nel 2019.

LEGGI ANCHE: Grande serata di pensionamento e Boris Johnson che paga una multa: il blooper della settimana

Breve ! Se il Party Gate aveva già danneggiato l’immagine del partito conservatore, Rishi Sunak è in procinto di completarlo da solo. “ Boris Johnson ha promesso di essere un Tory diverso e ha vinto le elezioni del 2019 con la promessa che la Brexit avrebbe risolto i problemi del Paese. ricorda Tim Bale, professore di scienze politiche alla Queen Mary University di Londra e autore di libri sul Partito conservatore. “ Ma affronta un Rishi Sunak che non si è evoluto con le esigenze del suo tempo. Da buon fanatico tacherista, continua a considerare come la verità eterna un’economia basata su tasse basse e basse spese. » Boris Johnson aveva già iniziato a lavorare ma con Rishi Sunak i Tory potrebbero ben offrire la vittoria ai Laburisti alle prossime elezioni generali, previste per il 2024.

Articolo precedenteIn Quebec, il lavoro minorile è in aumento
Articolo successivosi avvicina la scadenza per la prima zona