martedì, Maggio 24, 2022
Home Mondo Boris Johnson, Olaf Scholz, Ursula von der Leyen… accolgono con favore la...

Boris Johnson, Olaf Scholz, Ursula von der Leyen… accolgono con favore la rielezione di Macron

49
0

Altri cinque anni. È con il 58,2% dei voti espressi che Emmanuel Macron è stato appena rieletto Presidente della Repubblica questa domenica, 24 aprile. Di fronte a lui, il candidato del Rally Nazionale Marine Le Pen ha ottenuto il 41,8%, record per l’estrema destra. Questa vittoria è stata rapidamente commentata dai rappresentanti politici all’estero e principalmente dagli alleati europei della Francia.

L’UE accoglie favorevolmente

I leader dell’UE si congratulano all’unanimità con Emmanuel Macron, tornato per un secondo mandato. Il presidente del Consiglio europeo Charles Michel, che rappresenta gli Stati membri, è lieto che l’Europa possa farlo “Conta sulla Francia per altri cinque anni”.

“Insieme faremo avanzare Francia ed Europa”ha subito abbondato la Presidente della Commissione Europea, Ursula von der Leyen.

alleati europei

Storia simile dalla parte degli stati alleati europei. A cominciare dalla Germania: il cancelliere Olaf Scholz ha osservato che gli elettori di Emmanuel Macron avevano inviato a “forte impegno per l’Europa oggi”.

Parere condiviso da Christian Lindner, il ministro delle Finanze tedesco. Giudica che la rielezione del Presidente della Repubblica “rende l’Europa unita la più grande vincitrice di queste elezioni”. Ha concluso il suo messaggio con queste parole in francese: “Viva la Francia, viva l’Europa. »

In Belgio, il primo ministro belga, Alexander De Croo, ritiene che ” i francesi hanno fatto una scelta forte “. “Hanno optato per le certezze e per i valori dell’Illuminismo. Mi congratulo vivamente con Emmanuel Macron per la sua rielezione e gli confermo la nostra necessità di un’Europa forte e unita. Ci saremo”ha commentato in una lettera resa pubblica su Twitter.

Vedi anche:  vista dal Medio Oriente, l'amarezza dei "doppi standard"

LEGGI ANCHE: Presidenziali 2022: il cambio di tono dei media pro-Erdogan nei confronti di Macron

Per il presidente del governo spagnolo Pedro Sanchez, “vince la democrazia” e “L’Europa vince” con questo risultato. La stessa atmosfera in Italia dove il capo del governo, Mario Draghi, ha descritto come la rielezione di Emmanuel Macron “magnifiche notizie per tutta l’Europa”.

Da parte rumena, il presidente Klaus Iohannis ha inviato il suo “congratulazioni calorose” al presidente Macron. “Felici di continuare a lavorare con voi per il partenariato strategico (franco-rumeno), la costruzione di un’Europa potente e unita e una cooperazione rafforzata sul fianco orientale della NATO. “, ha pubblicato sul suo account Twitter.

Fuori dall’UE anche…

Si dice il primo ministro britannico Boris Johnson “felice di continuare a lavorare” con Emmanuel Macron e afferma che la Francia è uno degli alleati ” il più vicino ” dal Regno Unito.

Vedi anche:  In Israele, ripetuti attacchi indeboliscono la coalizione di governo

Da parte ucraina, se il presidente Zelensky non ha ancora reagito, l’ex ministro degli Esteri ucraino Pavlo Klimkin, si è concesso una piccola vanga al presidente russo Vladimir Putin. “In Francia ha vinto Macron e ha perso Putin”ha scritto su Twitter mentre la guerra infuriava in Ucraina per due mesi oggi.

Canada

In Canada, Justin Trudeau spiega di essere impaziente di continuare la sua collaborazione con la sua controparte francese. “Congratulazioni a Emmanuel Macron. Non vedo l’ora di continuare il nostro lavoro insieme su questioni importanti per canadesi e francesi, dalla difesa della democrazia, alla lotta al cambiamento climatico e alla crescita economica per la classe media”. ha detto in un tweet accompagnato da una foto dei due leader.

LEGGI ANCHE: Le elezioni presidenziali viste da Ungheria e Polonia: vantaggio a Marine Le Pen nonostante l’Ucraina

Israele

In Israele, dopo i risultati, è intervenuto anche il capo della diplomazia Yaïr Lapid. Crede che il presidente francese rieletto lo sia “un leader indispensabile nella diplomazia mondiale”. Ritiene di essere diverso “un vero amico di Israele” e che il suo paese continuerà “lavorare insieme e rafforzare la cooperazione tra i nostri Paesi”.

Articolo precedenteÉnora Chame, combattente per la pace in Siria
Articolo successivola tragedia ha cambiato le procedure di sicurezza presso la SNCF