lunedì, Settembre 26, 2022
Home Mondo ‘Cacceremo gli occupanti fuori dalla nostra terra’: Zelensky risponde al discorso di...

‘Cacceremo gli occupanti fuori dalla nostra terra’: Zelensky risponde al discorso di Putin

51
0

Stava per dichiarare formalmente guerra all’Ucraina e decretare la mobilitazione generale, mentre il suo esercito, a terra, si scontra con la feroce resistenza degli ucraini? Avrebbe dichiarato guerra totale alla NATO e all’Occidente, che avrebbe accusato di cobelligeranza? Le voci più folli corrono sui possibili annunci del discorso presidenziale, in occasione del 77° anniversario della fine della seconda guerra mondiale. Il presidente russo, infine, non si è discostato dalla sua solita retorica e la sfilata si è svolta senza sorpresa, anche se senza parte aerea, annullata a causa del tempo sfavorevole…

Circondato da anziani veterani della guerra sovietica e poi russa, sotto la bandiera piuttosto neutrale della “Vittoria 1945-2022″, un nastro di San Giorgio nero e arancione appuntato al petto, Vladimir Putin ha tenuto un discorso che è durato solo 11 minuti. Ha messo il conflitto in Ucraina in linea con il 1945, il suo esercito combatteva in Ucraina per difendere ” la patria e il suo futuro “contro un” minaccia assolutamente inaccettabile che si stava accumulando, direttamente ai nostri confini “.

LEGGI ANCHE:Edgar Morin: “L’Ucraina deve liberarsi dalla Russia e dall’antagonismo tra Russia e Stati Uniti”

Ripetendo la sua solita argomentazione contro una presunta Ucraina neonazista ha chiamato l’offensiva contro il paese vicino” risposta preventiva” e di ” unica decisione giusta”. A crederci, kyiv voleva dotarsi della bomba atomica, e stava preparando “acon il sostegno degli Stati Uniti” una “nuova operazione punitiva nel Donbass, un’invasione delle nostre terre storiche, compresa la Crimea”.

Ricordando i 27 milioni di sovietici morti nella seconda guerra mondiale, Putin non aveva parole per le vittime civili in Ucraina oggi. Ma si presentò come garante della pace: Il nostro dovere è conservare la memoria di coloro che hanno schiacciato il nazismo (…) e fare di tutto affinché non si ripeta l’orrore di una guerra mondiale “, Egli ha detto. ” Mi rivolgo alle nostre forze armate e alla milizia del Donbass. Combatti per la nostra patria, il suo futuro, affinché nessuno dimentichi le lezioni della seconda guerra mondiale, affinché non ci sia posto nel mondo per aguzzini, squadroni della morte e nazisti “. Prima di concludere su una nota lirica: Il nostro paese è diverso: non rinunceremo mai al nostro amore per la patria, alla nostra fede e ai nostri valori tradizionali: le usanze dei nostri antenati e il rispetto per tutti i popoli e le culture. “. Gli ucraini possono essere rassicurati…

Vedi anche:  La città di Tokyo consentirà le “unioni” tra persone dello stesso sesso

La risposta di Zelensky

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky, il cui paese è stato martellato per due mesi e mezzo dall’esercito russo, non ha potuto lasciare un discorso del genere senza risposta. ” Il nostro nemico sognava di vederci rinunciare a celebrare il 9 maggio e la vittoria sui nazisti per giustificare il termine “denazificazione”. », si è lanciato in un videomessaggio, che lo mostra mentre cammina nel viale centrale di kyiv, Khreshchatyk. ” Siamo orgogliosi dei nostri predecessori che, insieme ad altri popoli nell’ambito della coalizione anti-hitleriana, hanno sconfitto il nazismo. Non permetteremo a nessuno di annettere questa vittoria, portarla via “.

Tracciando un parallelo tra l’invasione nazista e l’attuale aggressione russa, ha citato le città dell’Ucraina orientale e meridionale attualmente occupate, proprio come lo erano state durante la seconda guerra mondiale. ” Milioni di ucraini hanno combattuto contro il nazismo (…), cacciato i nazisti da Lugansk, Donetsk, liberato Cherson, Melitopol, Berdyansk, cacciato i nazisti da Yalta, Simferopol, Kerch e tutta la Crimea. Liberarono Mariupol dai nazisti (…)Hanno inseguito i nazisti da tutta l’Ucraina, ma le città che ho citato oggi sono particolarmente stimolanti. Ci dà fede che scacceremo gli occupanti dalla nostra terra “, Lui continuò. Prima di concludere: ” Abbiamo conquistato allora, conquisteremo ora “.

Articolo precedenteil villaggio di Cavignac fa crescere la sua terra ereditata
Articolo successivoComunità politica europea: Macron ricicla un’idea di Mitterrand