lunedì, Settembre 26, 2022
Home Mondo Charles Michel, Audrey Azoulay… Il misterioso “club Bilderberg” pubblica la sua lista...

Charles Michel, Audrey Azoulay… Il misterioso “club Bilderberg” pubblica la sua lista degli ospiti

52
0

Sei nella lista? A meno che tu non sia uno dei grandi soldi, dei grandi capi o delle figure politiche di alto profilo, non ci sarai mai. Il “Bilderberg club” ha pubblicato sul proprio sito web un elenco di personalità invitate a partecipare al suo raduno annuale, individuato da La Lettre A. Questo conclave liberale, pro-business e atlantista tiene ogni anno una conferenza il cui contenuto, discussioni e risultati sono tenuto segreto. Il club, creato nel 1954 da David Rockefeller e Gianni Agnelli per rafforzare i legami tra gli Stati Uniti e l’Europa nel pieno della Guerra Fredda, prende il nome dall’hotel dove si è incontrato per la prima volta. Ogni anno vengono invitate circa 150 persone.

LEGGI ANCHE: Il teorico della cospirazione che ha rivelato informazioni riservate sui massoni

Quest’anno, tra gli ospiti francesi di questo raduno che si è svolto dal 2 al 5 giugno a Washington: gli amministratori delegati di Axa, Thomas Buberl, della società di asset management Amundi Valérie Baudson. C’è anche il capo di TotalEnergies, Patrick Pouyanné. Ma anche altri illustri ospiti, come l’ex Ministro della Cultura Audrey Azoulay, ora Direttore Generale dell’Unesco. Tra i fortunati c’è anche il diplomatico e direttore generale della sicurezza esterna, Bernard Émié, così come Yann Le Cun, vicepresidente e direttore del dipartimento di intelligenza artificiale di Facebook.

Vedi anche:  Covid 19: Italiani esasperati dalla corsa agli ascolti... e paura sui media

“La regola della casa di Chatham”

Il club del Bilderberg riceverà anche Charles Michel, presidente del Consiglio d’Europa, che riunisce tutti i presidenti e capi di stato delle nazioni europee, il presidente olandese della Shell, Ben van Beurden, il PDF della Pfizer, l’americano Albert Bourla, il il direttore della CIA William J. Burns ma anche… il CEO di Heineken, Jean Marc Huët.

LEGGI ANCHE: Vecchi parigini senza figli: il ritratto composito dell’1% dei ricchissimi secondo INSEE

Sul sito del gruppo ultra-selezionato troviamo anche, scritti in maniera molto sintetica, gli argomenti che verranno affrontati. In programma quest’anno: Cina, Russia, Ucraina, salute post-pandemia “, loro ” Sfide della NATO » o anche il « perturbazione del sistema finanziario globale ” e il ” competizione tecnologica sino-americana “. Insomma: un’orgia di temi geopolitici e personaggi di spicco, che dovrebbe ben presto alimentare le teorie più eccentriche. Cosa c’è di più normale: i partecipanti sono vincolati dalla “regola della Chattam House”, un’antica tradizione britannica che consiste nel mantenere sotto il sigillo del segreto tutto ciò che viene detto durante un incontro. Qualcosa per alimentare l’immaginazione dell’intera cospirazione.

Vedi anche:  Guerra in Ucraina, il punto alle 12:30: tre milioni di profughi, coprifuoco a kyiv...
Articolo precedenteA Odessa sotto blocco russo: “Il porto sarà bombardato quando Putin rinuncerà a prendere il sud”
Articolo successivoEdgar Morin, Henry Kissinger, Papa Francesco… aiutaci a capire la guerra in Ucraina