giovedì, Maggio 19, 2022
Home Mondo Chi è Kadyrov, il braccio armato di Putin che ha inviato 10.000...

Chi è Kadyrov, il braccio armato di Putin che ha inviato 10.000 dei suoi soldati in Ucraina?

148
0

Il 25 febbraio, il giorno dopo l’inizio dell’offensiva russa in Ucraina, Vladimir Putin ha chiesto sostegno al presidente ceceno Ramzan Kadyrov. 10.000 soldati si sono radunati a Grozny, la capitale, per ascoltare il discorso del loro leader, prima di raggiungere il territorio ucraino. Determinati e addestrati, i ceceni possono essere una forza d’attacco significativa per il Cremlino. Mostrano anche completa devozione a Vladimir Putin. Il geografo Jean Radvanyi, professore emerito all’Inalco e specialista in Russia e Caucaso, ci racconta di più sulle implicazioni di questa operazione e sui rapporti tra il Cremlino e la Cecenia.

oggiurnal:Come descrive le relazioni tra Russia e Cecenia? E di quanta libertà gode Kadyrov nei confronti del Cremlino?

John Radvanyi: Ramzan Kadyrov è riuscito a ottenere uno status eccezionale in Russia. Concretamente, nella sua Repubblica, fa quello che vuole. Ha creato una situazione di illegalità o meglio di eccezione. In Cecenia ha mano libera e può decidere se applicare o meno le leggi della Federazione. Ha stabilito una specie di Sharia, la legge islamica, in cui le donne devono essere velate. C’è tutta una serie di regole, che non corrispondono alle leggi federali russe. Inoltre, c’è il controllo, la sorveglianza della popolazione, sul suolo ceceno, e anche per gli emigrati.

“Kadyrov ha proposto a Putin di essere una sorta di braccio armato al servizio dell’esercito russo, per inviare gruppi ceceni a partecipare alle operazioni, a volte prima dell’esercito russo. Questo volontarismo è stato accettato nel Donbass. Altre volte gli è stato consigliato di tacere. »

Le comunità cecene sono molto unite. Tutto ciò che serve sono informatori, emissari – nei diversi paesi dove ci sono ceceni – che hanno il compito di monitorare i membri della comunità. Sappiamo che in diversi paesi la procedura è stata spinta fino all’assassinio di ceceni che erano all’opposizione, che non hanno obbedito alle raccomandazioni.

Vedi anche:  In Cina, il crollo di un edificio preoccupa in alto

Qual è la controparte di questo ampio margine di manovra?

In cambio di questa libertà, c’è il sostegno incrollabile della Cecenia a Vladimir Putin, anche al di fuori della Russia. In diverse occasioni, Kadyrov ha partecipato a operazioni guidate dalla Russia, in particolare in Siria, per aiutare il regime di Bashar Al Assad. Ha proposto a Vladimir Putin di essere una sorta di braccio armato al servizio dell’esercito russo, per inviare gruppi ceceni a partecipare alle operazioni, a volte in anticipo rispetto all’esercito russo. Questo volontariato è stato accettato nel Donbass nel 2014. Altre volte gli è stato consigliato di tacere, quando ad esempio aveva suggerito che i ceceni intervenissero in luoghi difficili del Caucaso o nella regione del Volga, negli anni 2010.

LEGGI ANCHE:Thibault Muzergues: “Qualunque cosa dica, Putin non si fermerà qui”

In Cecenia, l’Islam che impone è tradizionale e molto ortodosso con elementi della Sharia, ma è diverso dall’islamismo radicale in Siria e Iraq. Più in generale, i russi hanno usato padre e figlio Kadyrov per impedire ai gruppi di tipo Daesh di prendere il sopravvento in Cecenia.

Quindi Vladimir Putin non aveva bisogno di mettere alla prova la lealtà della Cecenia invocandola come rinforzi in Ucraina?

Vladimir Putin è sicuro della lealtà di Ramzan Kadyrov. Dopo, potrebbe esserci da parte sua il desiderio di manifestare agli occhi del mondo. In effetti, i soldati ceceni sono molto efficienti, addestrati, organizzati e ben armati. Sono l’equivalente delle forze speciali di qualsiasi buon esercito del mondo.

I soldati inviati officiano per terra o anche per via aerea? Qual è il loro status ufficiale?

A priori, sono truppe di terra ma possono assolutamente essere paracadutate in Ucraina dall’aviazione russa poiché hanno il pieno appoggio dell’esercito russo. Agiscono in suo nome. Sono considerati un gruppo shock dell’esercito e sono integrati in una delle sue operazioni. In generale, l’esercito russo utilizza militarmente i gruppi più efficaci. Come tutti i caucasici, i ceceni hanno una tradizione militare. Questo è sempre stato parte delle loro pratiche. Un po’ come i cosacchi. Sono gruppi educati in un contesto in cui la forza conta e fa parte dell’educazione. È una realtà storica.

Vedi anche:  nessun plotone di esecuzione per un condannato a morte

Oltre alla sua libertà nella gestione della Cecenia, quale altro interesse può avere Kadyrov nell’andare in Ucraina?

Da diversi anni Kadyrov cerca di darsi l’atteggiamento di un leader musulmano che ha un’importante attività internazionale. Ha sviluppato uno status di leader della Russia – e non di leader russo – attivo a livello internazionale e soprattutto riconosciuto come tale. Come tale, si reca spesso nei paesi del Golfo, in Arabia, dove rappresenta una figura ufficiale russa, rivolta al mondo islamico.

Nel Caucaso, la Repubblica del Tatarstan, popolata da musulmani di origine turca, ha rapporti ambivalenti con la Russia. I ceceni, a causa della loro religione, mantengono rapporti con questa Repubblica? Credi che la guerra in Ucraina possa rafforzare i legami tra Cecenia, Tatarstan e tartari di Crimea, a scapito di Vladimir Putin?

No, già i tartari di Crimea non sono gli stessi del Tatarstan. Quelli in Crimea facevano parte dell’Impero Ottomano; quelli del Volga dell’Impero russo e le loro lingue differiscono leggermente. Inoltre, non ci sono legami reali tra la Cecenia e il Tatarstan. Sono due mondi diversi. Il Tatarstan è attento a mantenere una certa autonomia. La sua politica e l’Islam sono più moderati. Negli anni ’90, i tartari hanno ottenuto una serie di prerogative da Boris Eltsin, ma sono stati gradualmente eliminati da Vladimir Putin. Tuttavia, il Tatarstan cerca di mantenere un margine di autonomia. Non ha nulla a che fare con ciò che ha fatto Kadyrov, che vuole influenzare il Caucaso. Non si può dire che siano alleati.

Articolo precedenteLa Turchia vieta Bosforo e Dardanelli per tutte le navi da guerra
Articolo successivoun convoglio militare russo lungo 64 chilometri vicino a Kiev