Dal 7 aprile è possibile effettuare la dichiarazione dei redditi sui redditi percepiti per tutto il 2021. In sede di rendicontazione è possibile che un errore possa inavvertitamente scivolare negli importi dichiarati. In questo caso, ci sono soluzioni per correggere la situazione.

→ ARCHIVIO. Imposta 2022: scadenza, calcolo, scaglioni… Cosa devi sapere per dichiarare il tuo reddito

Dichiarazione in linea

Nel caso di una dichiarazione online, la rettifica è molto semplice. È possibile correggere una dichiarazione tutte le volte che è necessario. E questo resta fattibile anche dopo aver apposto la sua firma elettronica recandosi direttamente nel suo particolare spazio. Si consiglia comunque di correggere l’errore prima della scadenza, ovvero fine maggio o inizio giugno (la data varia a seconda dei reparti).

Trascorso tale termine, la rettifica è ancora possibile ma comporterà automaticamente la pubblicazione di un nuovo avviso fiscale che arriverà oltre le consuete scadenze.

Vedi anche:  Si possono regolamentare le emissioni di metano importato?

→ RILEGGI Imposte: le novità della dichiarazione 2022

La rettifica della dichiarazione è ancora possibile dopo il ricevimento, a fine luglio, dell’avviso di accertamento a seguito di dichiarazione depositata e firmata puntualmente. Per fare ciò, devi recarti nel tuo spazio particolare dall’inizio di agosto 2022.

Dichiarazione cartacea

Per chi utilizza ancora la dichiarazione cartacea, il termine per dichiarare il proprio reddito è più breve. La dichiarazione deve essere inviata entro la mezzanotte di giovedì 19 maggio. E gli errori sono un po’ più complicati da correggere.

→ SPIEGAZIONE. Fiscalità: a quale livello di reddito si diventa imponibili?

Se ti accorgi di aver compilato una casella in modo errato, devi informare il tuo ufficio di finanza pubblica, o per posta o presentando una nuova dichiarazione dei redditi. Nel primo caso, la lettera dovrebbe menzionare solo gli elementi che richiedono correzione. L’indirizzo del centro di finanza pubblica varia a seconda del luogo di residenza e compare nell’ultimo avviso fiscale.

Vedi anche:  i primi prodotti Fairtrade/Max Havelaar francesi sono arrivati ​​sugli scaffali

Se si opta per la seconda opzione, ovvero una nuova dichiarazione, il sito delle finanze pubbliche ricorda che la prima pagina della nuova dichiarazione deve obbligatoriamente citare: “Dichiarazione correttiva, annulla e sostituisce”. È necessario quindi reinserire tutti gli elementi dichiarati, compresi quelli che erano già corretti durante la prima dichiarazione.

I moduli di dichiarazione da compilare sono disponibili online. E’ possibile ottenerne uno anche presso il proprio centro di finanza pubblica, previo appuntamento.

Articolo precedenteIn Birmania, Aung San Suu Kyi è stata condannata ad altri cinque anni di carcere per corruzione
Articolo successivol’esercito russo avanza verso est, la Russia non consegna più il gas alla Polonia