martedì, Maggio 24, 2022
Home Mondo Condannato Antivax, morte di Alisha, attentato a Tel Aviv: le 3 notizie...

Condannato Antivax, morte di Alisha, attentato a Tel Aviv: le 3 notizie della notte

49
0

Un antivax condannato a 10 mesi di carcere per aver minacciato di morte i parlamentari

Ha ammesso di averlo “voglia di spaventare” : un antitivax di 44 anni è stato condannato giovedì sera a Parigi a dieci mesi di reclusione, pena apposta sotto un braccialetto elettronico, per aver minacciato di uccidere decine di deputati della maggioranza all’inizio di febbraio. Il 5 gennaio, nel bel mezzo di un dibattito in Assemblea sul pass per il vaccino, Xavier S. ha inviato una prima e-mail, che ha firmato con il proprio nome, a 77 deputati. In questo scritto di 26 pagine, dice in particolare che lo vuole “lanciare una granata”ogni volta che incontra un’auto della polizia, riferisce AFP.

Il 2 febbraio ha inviato una nuova email a 81 deputati di maggioranza. Intitolato ” prossimo futuro “ è accompagnato da due video: uno mostra l’episodio del “camicia strappata”di un dirigente di Air France da parte dei dipendenti nel 2015, l’altro un’esecuzione a ghigliottina. “Il primo video mostra cosa potrebbe succederti nel migliore dei casi e il secondo nel peggiore dei casi”scrive Xavier S. ai parlamentari, augurando loro a ” Buona notte “. Lo stesso messaggio ha inviato a Jérôme Salomon, Direttore Generale della Sanità, a Yves Lévy, ex presidente dell’Inserm e marito dell’ex ministro della Salute Agnès Buzyn, nonché all’editorialista Christophe Barbier.

LEGGI ANCHE:Dopo il Covid, le reti di “reinformazione” antitivax prendono il controllo della guerra in Ucraina

Alla lettura dei fatti di cui è accusato, Xavier S., capelli corti e barba abbastanza folta, afferma nel box: ” Questo è tutto “. Ammette facilmente di aver inviato questi messaggi dalla Svizzera dove lavorava come infermiera, ma non le minacce di morte. Xavier S, che si esprime con un linguaggio forte, preferisce parlare ” attenzione “. Riferendosi al movimento dei “gilet gialli”, aggiunge: “Possiamo sempre sognare, ma se il popolo prende il controllo del Parlamento, può succedere anche a loro” .

Morte Alisha: due adolescenti condannati a 10 anni di carcere

Un ragazzo e una ragazza di 16 anni sono stati condannati giovedì a 10 anni di carcere dal tribunale per i minorenni di Pontoise (Val-d’Oise) per l’omicidio di Alisha, 14 anni, molestata, picchiata e annegata nella Senna nel 2021. Dopo quattro giorni di processo a porte chiuse, il tribunale ha riclassificato i fatti come“assassinio”in “omicidio di un minore di 15 anni” considerando “che non sembravano esserci elementi sufficientemente caratterizzati” dimostrando la volontà “atti preparatori” vista la morte della ragazza.

Vedi anche:  Robert Golob, la speranza del centrosinistra

Ma gli adolescenti sì “consapevolezza” della situazione e “non poteva ignorare lo stato manifesto della vittima”chi li ha “implorato”, ha aggiunto il presidente. I due imputati – lui aveva i capelli ricci, lei la crocchia e gli occhiali sottili – rimasero in silenzio nel box quando fu pronunciata la sentenza. Sono stati inoltre condannati in solido al risarcimento di 180.000 euro per danno morale alla famiglia di Alisha.

LEGGI ANCHE:Assoluzione di Mamadou Diallo: “i giurati hanno impedito uno storico errore giudiziario”

La studentessa di 14 anni ha ceduto l’8 marzo 2021 a un’imboscata tesa dai suoi due compagni di classe ad Argenteuil, a nord-ovest di Parigi. La sua morte in condizioni sordide aveva suscitato notevole scalpore, portando più di 2.000 persone a marciare verso la marcia bianca organizzata in sua memoria poco dopo la tragedia.

Vedi anche:  al confine tra Illinois e Missouri, "pro-vita" e "pro-scelta" si fronteggiano

Attacco a Tel Aviv: l’aggressore ucciso dai servizi israeliani

I servizi di sicurezza israeliani hanno annunciato venerdì mattina di aver ucciso l’autore dell’attacco mortale del giorno prima nel centro della metropoli di Tel Aviv dopo una caccia all’uomo durata diverse ore. “Il terrorista che ieri ha compiuto l’attacco armato a Tel Aviv è stato localizzato e neutralizzato” hanno detto i funzionari venerdì mattina, aggiungendo che l’uomo, un palestinese della Cisgiordania occupata, era stato ucciso vicino a una moschea nel distretto di Jaffa.

I servizi di sicurezza non hanno rivelato l’identità dell’autore di questo attentato che giovedì sera ha provocato almeno due morti e una dozzina di feriti nel cuore della metropoli di Tel Aviv, ma secondo i media israeliani si chiama Raed Hazem, un palestinese di l’area di Jenin nella Cisgiordania occupata settentrionale.

LEGGI ANCHE:“Lo Tischtok”: in Israele uno scandalo sessuale scuote la comunità ultraortodossa

La scorsa settimana l’esercito israeliano ha effettuato una serie di raid nella zona dove l’autore di un attacco mortale a cinque persone, tra cui due ucraini e un poliziotto arabo israeliano, era anche lui proveniente da Bnei Brak, una città ebraica situata in una zona ultraortodossa. alla periferia di Tel Aviv. Tre combattenti della Jihad islamica, il secondo movimento islamista armato palestinese dopo Hamas, sono stati uccisi negli scontri a fuoco legati a questi raid. Giovedì sera, la Jihad islamica ha avuto “saluto”l’attacco a Tel Aviv.

Articolo precedenteun anno di aumento dei prezzi del cibo
Articolo successivonuova salva di sanzioni, decine di vittime alla stazione di Kramatorsk