Quando un francese si reca all’estero, il suo telefono si collega agli operatori partner locali di quello a cui è abbonato in Francia. Prima di giugno 2017, il viaggiatore doveva pagare un costo aggiuntivo in caso di utilizzo fino a quando Bruxelles non lo rimuovesse all’interno dell’Unione. Questo si chiama tariffe di roaming. Buone notizie per i consumatori mobili: Bruxelles ha annunciato che la loro abolizione, originariamente per cinque anni, è stata prorogata di dieci anni a partire dal 2022.

Attenzione però, l’abolizione delle tariffe di roaming, come suggerisce il nome, non si applica alle chiamate dalla Francia verso l’estero. Tuttavia, nel 2019 la Commissione ha fissato un limite di prezzo per queste chiamate, che non può superare i 19 centesimi di euro al minuto IVA esclusa. I messaggi di testo non possono superare i 6 centesimi per unità IVA esclusa.

Limiti del pacchetto

Un’altra importante precisazione: l’utilizzo delle comunicazioni telefoniche all’estero è gratuito solo nei limiti del pacchetto a cui il consumatore ha sottoscritto. Due ore ad esempio se l’abbonamento è di due ore, o illimitato se è il caso del pacchetto. D’altra parte, il consumo di dati mobili su Internet durante il roaming può essere limitato, anche nel caso di un piano illimitato nel paese di origine.

L’abolizione delle tariffe di roaming significa che le comunicazioni o il consumo di dati in un altro paese europeo vengono detratti dai pacchetti nazionali. Se questa tariffa fissa è di due ore e il consumatore utilizza un’ora di chiamate durante il viaggio, avrà quindi solo un’ora di possibili chiamate rimanenti al suo ritorno.

Non la Gran Bretagna

Anche gli operatori telefonici devono ai loro abbonati informazioni chiare sulle tariffe. Questo è il motivo per cui un francese che arriva in un altro paese riceve un SMS con il dettaglio delle sue possibilità e dei prezzi in caso di superamento del suo pacco. Allo stesso modo, il consumatore deve ricevere un SMS di avviso quando raggiunge l’80% delle possibilità offerte dal suo piano.

Infine, l’abolizione dei supplementi telefonici riguarda solo i paesi membri dell’Unione, più Liechtenstein, Norvegia e Islanda. I consumatori dovrebbero quindi informarsi sulla politica del proprio operatore prima di partire per la Gran Bretagna. Allo stesso modo, secondo un’associazione di consumatori, i vacanzieri sulle piste da sci vicino alla Svizzera a volte hanno spiacevoli sorprese, poiché il loro telefono è collegato ad antenne dall’altra parte del confine.

Articolo precedenteAustralian Open: dieci giorni di imbroglio attorno a Novak Djokovic
Articolo successivoLo Stato obbliga EDF a contenere la bolletta elettrica francese