“Conciliare mobilità e tutela della natura. » Questo l’obiettivo mostrato dall’amministratore delegato della SNCF, Jean-Pierre Farandou, mentre l’azienda ha promesso, martedì 24 maggio, l’apertura di una linea diretta TGV tra Parigi e Berlino entro la fine del 2023. Niente di rivoluzionario, poiché è già possibile viaggiare in treno al costo di una coincidenza e otto ore di viaggio, contro le sette della linea prevista. Oltre alla capitale tedesca, molte altre città europee sono raggiungibili in treno.

► Vienna, la più lontana

La Parigi-Vienna, descritta come “simbolo paneuropeo della lotta al riscaldamento globale”, è stato rilanciato nel dicembre 2021. Questo treno notturno, chiamato “Nightjet”, effettua un viaggio di circa 14 ore durante le quali serve anche Strasburgo, Monaco e Salisburgo. Questo è l’unico treno notturno transfrontaliero in servizio dalla Francia, da quando la Parigi-Venezia ha chiuso nel giugno 2021.

I viaggiatori possono scegliere tra sedili, scompartimenti notte o cabine private. Un altro modo per visitare la capitale austriaca, la città di Sigmund Freud e la musica classica. Il suo patrimonio architettonico, elencato come patrimonio mondiale dell’UNESCO, attira ogni anno sei milioni di turisti.

Vedi anche:  Zelensky applaudito dal Bundestag, record sconosciuto nel teatro bombardato

► Barcellona, ​​la festa

La capitale della Catalogna è accessibile senza cambi da Parigi Gare de Lyon. Un TGV collega le due città ogni giorno esattamente alle 6:41, fermandosi sulla strada a Figueres, Girona e Montpellier. Barcellona è raggiungibile anche da Lyon Part-Dieu in cinque ore, grazie alla collaborazione tra la compagnia ferroviaria spagnola Renfe e la SNCF.

► La Scandinavia a portata di mano

Con pazienza, è possibile raggiungere la Scandinavia in treno. Sarà però necessario partire un po’ più a lungo di un fine settimana, dato che il viaggio per Copenaghen, in Danimarca, dura 14 ore. Prevede anche una serie di collegamenti: il viaggiatore motivato deve partire alle 7.08 per Karlsruhe dalla Gare de Lyon a Parigi, prima di imbarcarsi per Amburgo, dove prenderà finalmente il treno per Copenaghen. Arrivo previsto alle 21:33

Da lì è possibile raggiungere anche gli altri paesi scandinavi: treni ad alta velocità collegano la capitale danese a Stoccolma, in Svezia (5 ore di viaggio), e ad Oslo, in Norvegia, con un collegamento a Göteborg (8 ore di percorso).

Vedi anche:  Madagascar: 85 morti nell'affondamento di un mercantile

► Dublino, attraverso la Manica e il Mare d’Irlanda

Per questo viaggio dovrai prendere l’Eurostar, che collega Parigi a Londra in 2h17 attraverso il Tunnel della Manica. Quindi un treno da London-Euston arriva a Holyhead, nell’ovest del Regno Unito in 3,40 ore, da lì diventa necessario barare un po’ e abbandonare il treno per il traghetto, che impiega 3h15 per raggiungere Dublino.

→ ANALISI. Lo Stato stabilisce la rotta per i treni Intercités per i prossimi dieci anni

Se davvero preferisci il mare, basta raggiungere Cherbourg da Paris Saint-Lazare e poi imbarcarti con Irish Ferries per Dublino. Il viaggio è un po’ più semplice ma decisamente più lungo, dato che la traversata dura 19 ore. Inoltre, è necessario cadere nel giorno giusto, poiché ce ne sono solo tre a settimana.

► Croazia e Slovenia al rallentatore

Più sorprendentemente, è possibile raggiungere i Balcani in un unico collegamento. Da Parigi, devi raggiungere Zurigo con il TGV Lyria. Il viaggio dura 4:04 ore Arrivando in Svizzera, Euronight 40465 (partenza alle 20:40) serve Lubiana, la capitale della Slovenia (arrivo alle 8:13) e ti lascerà due ore e mezza dopo a Zagabria.

Articolo precedentela lotta di un bibliotecario contro la messa al bando di “Maus”
Articolo successivoParigi lancia il suo fondo di investimento per l’economia responsabile