► Il Segretario di Stato USA in visita a Kiev

I capi della diplomazia e della difesa degli Stati Uniti, Antony Blinken e Lloyd Austin, hanno incontrato domenica 24 aprile a Kiev il presidente ucraino Volodymyr Zelensky. Sul posto, hanno promesso ulteriori aiuti militari all’Ucraina per far fronte all’invasione russa e al ritorno dei diplomatici americani nel Paese.

→ RELAZIONE. Guerra in Ucraina: a Enerhodar i russi “camminano come se fossero a casa”

Durante questo viaggio, annunciato sabato da Volodymyr Zelensky ma confermato dagli Stati Uniti solo lunedì, dopo l’uscita dall’Ucraina, i due ministri hanno espresso la loro solidarietà al leader ucraino. Hanno annunciato il graduale ritorno di una presenza diplomatica americana in Ucraina e ulteriori aiuti militari diretti e indiretti per 713 milioni di dollari (662 milioni di euro).

“Vogliamo che i nostri diplomatici tornino alla nostra ambasciata a Kiev il prima possibile”, ha commentato un alto funzionario americano. Antony Blinken ha anche annunciato la nomina nei prossimi giorni di un nuovo ambasciatore americano in Ucraina. Sarà Bridget Brink, attuale ambasciatrice in Slovacchia. La posizione era occupata dal 2019 da dirigenti d’azienda. “L’amicizia e la collaborazione tra Ucraina e Stati Uniti è più forte che mai”porge il benvenuto al Presidente ucraino.

► Intensi bombardamenti per tutto il fine settimana

La Pasqua ortodossa non era sinonimo di tregua in Ucraina. Quando la guerra è entrata nel suo terzo mese, i combattimenti sono continuati sabato e domenica nell’est e nel sud del paese. La città di Kharkiv (nord-est), la seconda in Ucraina, rimane sotto il fuoco dei bombardamenti russi ed è “parzialmente bloccato”, disse lo stato maggiore ucraino.

Vedi anche:  Ultimatum russo a Mariupol, serie di scioperi su Kharkiv...

→ Tribuna. Guerra di aggressione contro l’Ucraina: una nuova era del diritto internazionale?

L’esercito russo, da parte sua, ha affermato di aver effettuato attacchi missilistici contro nove obiettivi militari ucraini, inclusi quattro depositi di munizioni a sud della regione di Kharkiv. Mosca ha anche affermato di aver effettuato attacchi aerei contro 26 obiettivi e 423 attacchi di artiglieria.

Nel bacino del Donbass, le truppe russe hanno “intensificarono le loro offensive” in tre direzioni, secondo kyiv: Severodonetsk, capitale de facto della regione di Luhansk sotto il controllo ucraino, Popasna, una cinquantina di chilometri più a sud, e Kurakhikva, vicino a Donetsk. L’esercito russo ha finalmente iniziato a ridistribuire le unità da Mariupol in prima linea.

→ ANALISI. In Russia, la Pasqua ortodossa celebrata all’ombra della guerra in Ucraina

Le autorità religiose, istituzionali e politiche in Ucraina e nel mondo avevano implorato un cessate il fuoco per il periodo delle celebrazioni pasquali che si svolgevano la domenica secondo il calendario giuliano, osservato dagli ortodossi. Papa Francesco ha ribadito questa richiesta domenica a margine della preghiera del Regina Caeli.

Vedi anche:  Cina e Russia, le ragioni di un riavvicinamento

► Grave incendio in un deposito di carburante in Russia

Sono scoppiati due incendi nella notte da domenica a lunedì in Russia, a Bryansk, a 150 chilometri dal confine nord-orientale dell’Ucraina. Secondo diverse fonti, gli incendi sono scoppiati in una base militare e in una raffineria di petrolio. Le cause di questi incendi non sono ancora state stabilite. La città ha servito come base logistica per l’intervento militare russo in Ucraina per più di due mesi.

Questa non è la prima volta che carburante e strutture militari vengono avvolti dalle fiamme. Questi incidenti si sono moltiplicati nelle ultime settimane. Il 1° aprile è stato dato alle fiamme un deposito di carburante a Belgorod, vicino al confine ucraino. La Russia aveva accusato il suo vicino di aver effettuato attacchi con elicotteri sul sito.

► kyiv chiede colloqui a Mariupol

L’Ucraina ha offerto colloqui con la Russia accanto al vasto complesso metallurgico Azovstal a Mariupol (sud-est), dove combattenti e civili ucraini sono ancora trincerati in una città devastata in gran parte sotto il controllo russo.

→ RILEGGI. Guerra in Ucraina: Vladimir Putin chiede la “liberazione” di Mariupol

“Abbiamo invitato i russi a tenere una sessione speciale di colloqui proprio accanto al sito di Azovstal”un consigliere del presidente ucraino Volodymyr Zelensky, Oleksiy Arestovitch, ha detto a un briefing, indicando “aspetta risposta” della delegazione russa.

Articolo precedentedove sono i vaccini?
Articolo successivoRussia: deposito di carburante in fiamme vicino al confine ucraino