“Consegnato direttamente a casa tua con drone”, una prossima opzione di consegna? Nel Regno Unito, il progetto di consegna di oggetti per via aerea ha appena preso una nuova svolta. Coventry, una città nel cuore dell’Inghilterra, si prepara ad inaugurare lunedì 25 aprile il primo aeroporto al mondo per aerei elettrici e droni per le consegne.

Chiamata Air One, questa piattaforma logistica futuristica è stata sviluppata dalla società britannica Urban-Air Port, in collaborazione con Hyundai e Malloy Aeronautics, azienda specializzata nella produzione di droni. Urban-Air Port spera di decollare, questo lunedì, il suo primo drone cargo autonomo. Inizialmente, questi veicoli mirerebbero a raccogliere e consegnare forniture e attrezzature per la polizia britannica e i servizi di emergenza.

Amazon nei guai, Google in testa

Nata all’inizio degli anni 2010, la consegna con drone non è, fino ad ora, davvero andata oltre le fasi sperimentali. L’idea aveva però sedotto diversi grandi imprenditori. Jeff Bezos, primo, nel 2013, anno in cui ha lanciato Amazon Air Prime. Nel 2017, ha twittato con orgoglio un video della prima consegna completa negli Stati Uniti. Oggi, il progetto sta scivolando, poiché Amazon non ha ancora una propria flotta di robot di consegna fino ad oggi.

→ RILEGGI. Il drone per la consegna dei medicinali, una soluzione per le regioni isolate

Vedi anche:  Diritto all'oblio, per un accesso più equo all'assicurazione del mutuatario

Da parte di Google, i risultati sono più convincenti. Il gigante di Internet ha creato Wing nel 2019, una società specializzata nella consegna aerea. Nell’estate del 2021 ha registrato 100.000 consegne in due anni. La metà è stata realizzata a Logan, una città australiana ribattezzata la capitale delle consegne di droni. Il nuovo servizio ha conquistato la gente del posto, che è stata più volte confinata dal 2020. Ma gli articoli consegnati non hanno superato le dimensioni o il peso di un pranzo al sacco, come snack per bambini, polli arrosto, scatole di sushi… cioè un massimo di 1,2 kg.

Alimenti, prodotti paramedici, parti meccaniche…

Altre attività di questo tipo sono emerse in altre parti del mondo, in particolare negli Stati Uniti, con la società israeliana Flytrex. Walmart, ipermercato americano che ha richiesto i servizi della start-up, consegna anche prodotti agroalimentari tramite Zipline, nota anche per aver effettuato 275.000 consegne di sangue, vaccini e altri prodotti paramedici in Ruanda e Ghana dal 2016.

Anche in Francia, a Rungis, sono stati effettuati con successo i test per la consegna di prodotti alimentari e parti meccaniche. In tutto, alla fine del 2021 sono stati effettuati una cinquantina di voli cargo. Da parte sua, la società di trasporto pacchi DPD, filiale di La Poste, continua a sviluppare la sua linea commerciale per via aerea in siti isolati. I droni vengono utilizzati durante i consueti giri di consegna, da mezzo attrezzato. Nel Var, dove è stato condotto un esperimento di questo tipo, il drone potrebbe consegnare in otto minuti ciò che un dipendente consegna in trenta minuti di auto.

Vedi anche:  Nikos Nouris, ministro dell'Interno (Cipro): "La Turchia strumentalizza i migranti"

Presto un regolamento?

Ma presto saremo in grado di farci consegnare un tostapane acquistato su Internet? Dovremo sicuramente aspettare qualche anno, le capacità dei droni non superano attualmente i 5 kg. Inoltre, questo tipo di servizio rimane molto localizzato, con un raggio massimo di consegna di 10 km.

Gli attori del settore si trovano quindi ancora di fronte a difficoltà tecnologiche, che limitano l’autonomia e le capacità di carico di queste macchine. L’altra grande sfida sarà anche legale. Attualmente, la normativa europea regola la costruzione e l’uso di droni civili nonché la sperimentazione di droni “professionali”. Se il settore delle consegne aeree riuscirà a svilupparsi nei prossimi anni, sarà presto necessario un quadro sostenibile per organizzare lo spazio aereo ed evitare incidenti.

Articolo precedenteuna stampa straniera sollevata ma diffidente
Articolo successivouna serie di misteriosi incendi si diffuse in Russia