► Evacuazioni in Oriente

Kiev mercoledì 6 aprile ha invitato i residenti dell’Ucraina orientale a evacuare la regione ” adesso “, di fronte alla minaccia di una grande offensiva dell’esercito russo nel Donbass. Già più di 1.200 persone sono riuscite a fuggire. Un convoglio di sette autobus e circa 40 veicoli privati ​​sotto la protezione del Comitato Internazionale della Croce Rossa (CICR) è arrivato mercoledì dall’Ucraina sudorientale a Zaporizhia.

→ RILEGGI. Guerra in Ucraina, giorno 42: Biden denuncia “gravi crimini di guerra” a Boutcha, Vladimir Putin smentisce

Secondo il governatore della regione di Luhansk, le evacuazioni stanno avvenendo in condizioni molto difficili a causa degli intensi bombardamenti delle forze russe. A Popasne, ad esempio, l’intensità dei bombardamenti ha impedito qualsiasi operazione con gli abitanti, ha precisato.

Sei settimane dopo l’inizio dell’invasione russa, le autorità ucraine temono una situazione nell’est del Paese simile a quella di Mariupol nel sud. In questa città assediata e bombardata per settimane, migliaia di persone rimangono intrappolate in una situazione insostenibile, senza elettricità né rifornimenti.

Vedi anche:  la condanna di Osman Kavala suscita indignazione internazionale

► L’Ucraina continua a chiedere armi alla NATO

Giovedì il capo della diplomazia ucraina Dmytro Kouleba ha chiesto ai membri della NATO di fornire più armi al suo paese per combattere le forze russe. “Vengo a chiedere tre cose: armi, armi e armi. Più velocemente vengono consegnati, più vite verranno salvate e la distruzione evitata”.ha supplicato al suo arrivo al quartier generale della NATO a Bruxelles per un incontro con i suoi omologhi dei paesi dell’Alleanza Atlantica.

Mercoledì, il Pentagono ha affermato che un piccolo gruppo di soldati ucraini che si trovavano negli Stati Uniti prima dell’invasione russa dell’Ucraina sono stati addestrati all’uso dei droni killer Switchblade che Washington fornisce a Kiev. “Dovrebbero tornare presto in Ucraina”Ha aggiunto.

► Nuove sanzioni statunitensi

Gli Stati Uniti hanno annunciato mercoledì un nuovo round di sanzioni “devastante” contro la Russia. Le nuove misure americane vietano “nuovo investimento” in Russia e applicherà i vincoli più severi possibili alle grandi banche russe Sberbank e Alfa-Bank, nonché a diverse importanti società pubbliche. Prendono di mira anche le figlie di Vladimir Putin.

Vedi anche:  Assassinio Kennedy: archivi segreti declassificati e registrazioni ancora segrete

Questi ultimi, intorno ai 30 anni, sono anche in una nuova lista nera delle sanzioni dell’Unione europea esaminata dai rappresentanti dei Ventisette, che comprende più di 200 nomi di uomini o imprenditrici. .

Durante una conferenza sindacale a Washington, Joe Biden ha denunciato “Grandi crimini di guerra” evocando il “cadaveri lasciati nelle strade dopo il ritiro dei russi” e il “civili giustiziati a sangue freddo” a Boucha. Il presidente degli Stati Uniti ha promesso “soffocare per anni” lo sviluppo economico della Russia.

► Coordinare le indagini

La Commissione Europea “incoraggia” Gli Stati membri che hanno aperto indagini su possibili crimini di guerra in Ucraina per unirsi alla squadra investigativa congiunta coordinata dall’agenzia di cooperazione giudiziaria Eurojust, ha affermato mercoledì un portavoce. Otto paesi (Francia, Repubblica Ceca, Germania, Estonia, Lettonia, Slovacchia, Svezia, Spagna) hanno aperto indagini nazionali.

Articolo precedenteIl social di Trump in calo
Articolo successivoCommercio: l’India rafforza la cooperazione con Mosca e si afferma contro l’Occidente