giovedì, Maggio 19, 2022
Home Mondo Guerra in Ucraina, il punto alle 18: intervista Macron-Putin, spazio aereo russo...

Guerra in Ucraina, il punto alle 18: intervista Macron-Putin, spazio aereo russo quasi chiuso…

77
0

Macron parla con Putin per 1h30

Nuova offensiva diplomatica di Emmanuel Macron che ha parlato per 1 ora e 30 minuti con il suo omologo russo lunedì 28 febbraio. Durante questo scambio, il presidente francese ha chiesto a Vladimir Putin di fermare gli scioperi contro i civili e di mettere in sicurezza le strade in Ucraina. Secondo l’Eliseo, il presidente russo “ha confermato la volontà di impegnarsi” su questi punti. Durante l’intervista a Putin, ha chiesto anche Macron “il rispetto del diritto internazionale umanitario e la protezione delle popolazioni civili, nonché la consegna degli aiuti, in accordo con la risoluzione presentata dalla Francia al Consiglio di Sicurezza dell’Onu”. Il presidente russo, dal canto suo, ha esortato Macron a riconoscere la Crimea – annessa illegalmente nel 2014 -, ha ricordato il suo auspicio per un “denazificazione” del governo ucraino e l’istituzione di a “stato neutrale” da Kiev.

Civili uccisi a Kharkiv

Mentre, lunedì mattina, l’Onu ha riferito di 102 civili uccisi, tra cui 7 bambini, dall’inizio della guerra in Ucraina, i bombardamenti russi nelle zone residenziali di Kharkiv da allora hanno nuovamente causato la morte di civili. Almeno undici persone sono state uccise dalle esplosioni nelle aree residenziali di Kharkiv, la seconda città più grande dell’Ucraina al confine con la Russia, ha detto il governatore regionale, dicendo di temere ulteriori vittime.

Vedi anche:  Guerra in Ucraina: nella vicina Lituania, "i russi, li abbiamo combattuti tante volte..."

LEGGI ANCHE:Guerra in Ucraina: perché l’invasione russa potrebbe preoccupare Georgia e Moldova

“Il nemico russo sta bombardando le zone residenziali”ha scritto sui social media il governatore regionale Oleg Sinegoubov. “A causa di questi bombardamenti, tuttora in corso, non possiamo ricorrere ai soccorsi”Ha aggiunto.

Il ministro russo Sergei Lavrov annulla la sua visita all’Onu

Il capo della diplomazia russa, Sergei Lavrov, ha annullato la sua visita prevista per martedì all’ONU a Ginevra, a causa di “sanzioni anti-russe”ha annunciato su Twitter la Rappresentanza permanente della Russia a Ginevra. “Annullata la visita del ministro degli Esteri Lavrov a Ginevra per partecipare al Consiglio per i diritti umani e alla Conferenza sul disarmo”si legge nel tweet, invocando il divieto di sorvolo imposto dall’Unione Europea.

LEGGI ANCHE: Le minacce nucleari di Putin: “Dobbiamo mantenere la calma”

Sergei Lavrov doveva parlare davanti al Consiglio per i diritti umani, la cui 49a sessione è in gran parte collocata sotto il segno dell’invasione dell’Ucraina da parte della Russia.

Spazio aereo russo quasi chiuso

Un altro passo verso l’isolamento. La Russia ha annunciato lunedì che sta limitando i voli di 36 compagnie aeree in risposta alla chiusura dello spazio aereo di molti stati agli aerei russi. “In risposta agli stati europei che vietano i voli di aeromobili civili operati da vettori aerei russi e/o registrati in Russia, è stata introdotta una restrizione ai voli da parte di vettori aerei di 36 stati” Lo ha detto in una nota l’agenzia russa di trasporto aereo Rosaviatsia. Tra gli Stati interessati vi sono tutti i paesi dell’Unione Europea, il Regno Unito e il Canada. Secondo l’agenzia russa di trasporto aereo Rosaviatsia, le autorità russe devono rilasciare un “permesso speciale” per consentire un’esenzione da questo divieto.

Vedi anche:  Lo sguardo presidenziale... da Roma: "Il lato 'folk' delle domande Zemmour"

Il CIO favorevole all’esclusione dei russi dallo sport mondiale

Il Comitato Esecutivo del Comitato Olimpico Internazionale (CIO) ha raccomandato lunedì il divieto di russi e bielorussi dalle competizioni sportive. Un provvedimento simbolico ma forte, si è anche ritirato “Ordine Olimpico” a tutti gli alti funzionari russi, a cominciare dal presidente Vladimir Putin. Il Comitato Esecutivo del CIO “raccomanda alle Federazioni Sportive Internazionali e agli organizzatori di eventi sportivi di non invitare o consentire la partecipazione di atleti russi e bielorussi e rappresentanti ufficiali alle competizioni internazionali”secondo un comunicato stampa su tale decisione del comitato esecutivo dell’ente sportivo.

Articolo precedentel’Unione Europea fa la sua rivoluzione
Articolo successivoLa Russia e i suoi club sospesi da tutte le competizioni