Venerdì 13 maggio sono stati pubblicati l’indice di crescita dei salari mensili di base e l’indice dei prezzi al consumo. Mostrano un aumento per il mese di aprile, ma rivelano anche che i prezzi stanno aumentando più velocemente dei salari francesi.

Secondo i dati della Direzione dell’Animazione della ricerca, degli studi e della statistica (Dares), la retribuzione oraria di base di tutti i dipendenti è aumentata dell’1,1% nel primo trimestre di quest’anno. In un anno lo stipendio dei francesi sarà aumentato del 2,3%.

Si tratta di un aumento che non è sufficiente a compensare l’inflazione, che ha raggiunto il 4,8% ad aprile, tasso annuo, secondo INSEE. In un anno e in euro costanti, lo stipendio base mensile diminuisce quindi del 2,3%”osserva The Dares.

Il salario minimo è stato rivalutato

Il salario minimo, il cui valore viene automaticamente rivalutato quando l’inflazione supera il 2%, non viene modificato. È aumentato del 2,65% su 1ehm Maggio. Era già aumentato del 2,2% su 1ehm ottobre e dello 0,9% il 1ehm gennaio, in modo che la sua crescita rimanga superiore all’inflazione.

Vedi anche:  La Germania abbassa le tasse sui carburanti e i prezzi dei trasporti pubblici

→ LEGGI. Cosa può fare lo Stato per aumentare i salari?

Ma la maggior parte delle categorie socio-professionali risente del calo del potere d’acquisto. Gli indicatori di Dares mostrano che gli effetti dell’inflazione portano a una riduzione del salario dei lavoratori del 2,2%, quello dei dipendenti del 2% e quello delle professioni intermedie e dirigenti del 2,7% rispetto al 2021.

Prezzi dell’energia in calo, altri prodotti e servizi in aumento

Tra i prodotti più colpiti dagli aumenti di prezzo: carne (+4,2%), pane e cereali (+4%), caffè (+6,2%), ma soprattutto oli e grassi (+7,2%). A causa delle carenze causate dalla guerra in Ucraina, il costo degli oli commestibili commerciali è aumentato del 5,9% dall’inizio dell’anno.

Vedi anche:  Il debito dei paesi poveri preoccupa la Banca Mondiale

Il calo del 2,5% dei prezzi dell’energia tra marzo e aprile addolcisce la bolletta, ma i prezzi in questo settore sono ancora del 26,5% in più rispetto al 2021. Lo sconto alla pompa messo in atto a inizio aprile dal governo ha consentito una riduzione del costo del gasolio e della benzina (–6,8% in un mese). La bolletta della luce sarà ancora salita, risultato dell’aumento annuo del 54,4% del prezzo del gas.

Anche i prezzi dei servizi sono aumentati del 3% in un anno, in particolare in termini di servizi di trasporto (+15,7%) con in particolare un aumento del 22,4% dei prezzi del trasporto aereo. Anche l’alloggio ei servizi turistici hanno registrato una forte crescita dei prezzi (+19,6%). Con l’avvicinarsi delle vacanze estive, il conto potrebbe essere sostanzioso.

Articolo precedenteMosca promette di adattarsi in caso di adesione svedese e finlandese
Articolo successivoAll’Assises du journalisme, uno sguardo al trattamento mediatico delle elezioni presidenziali