Esasperati dalla crisi economica che da mesi degrada la loro vita quotidiana, centinaia di manifestanti si sono radunati la sera di giovedì 31 marzo, davanti alla residenza del presidente Gotabhaya Rajapaksa, a Colombo, per chiederne le dimissioni. Si sono verificati violenti straripamenti, con lancio di pietre, e tre veicoli sono stati dati alle fiamme. Per disperdere la folla, la polizia dello Sri Lanka ha risposto con spari, gas lacrimogeni e cannoni ad acqua, e la capitale è stata bloccata da un coprifuoco notturno.

All’indomani di questa notte di violenze, le autorità hanno accusato gli eventi“elementi estremisti”. Venerdì 1 aprile le forze di sicurezza hanno sorvegliato gli ampi viali della capitale in riva al mare, in un’isola che sognava di essere una “nuova Singapore” e che ora sta attraversando la peggiore recessione dalla sua indipendenza nel 1948.

Tredici ore di interruzione di corrente

In un ciclo che continua a peggiorare, i 22 milioni di abitanti affrontano una drastica carenza di beni di prima necessità e un’inflazione galoppante. I medicinali stanno finendo ei prezzi dei generi alimentari sono aumentati di oltre il 30%. Giovedì 31 marzo le autorità avevano persino deciso di imporre un’interruzione generale dell’elettricità per una durata record di tredici ore.

Vedi anche:  Vladimir Putin e Sergei Lavrov nella lista delle sanzioni Ue

“La mancanza di gas, carburante ed elettricità ha reso la vita miserabile a molti srilankesi, soprattutto ai più poveri. Questa situazione ha portato a proteste spontanee in tutto il Paese da parte di persone disperate, affamate e immerse nell’oscurità”.commenta Ruki Fernando, difensore dei diritti umani.

In Sri Lanka, il Covid-19 aumenta la povertà

Queste carenze sono le conseguenze di una rigida restrizione alle importazioni decretata due anni fa, quando lo Sri Lanka si è trovato a corto di valuta estera e ha cercato di mantenere a galla la gestione del proprio debito estero. Travolgendo il turismo internazionale sull’isola, la pandemia di Covid-19 ha solo peggiorato una situazione poco controllata dal governo. In due anni, le riserve in valuta estera sono diminuite del 70%. Con l’aggravarsi della crisi economica, lo Sri Lanka sta ora cercando di ottenere prestiti da India e Cina, che stanno conducendo una guerra per l’influenza nella regione, mentre cerca aiuto dal Fondo monetario internazionale (FMI).

L’acquisizione del clan “Terminator”.

Secondo Ruki Fernando, la forte risposta delle forze di sicurezza di giovedì sera illustra l’atteggiamento di un governo che sta cercando di “sopprimere le lamentele delle persone invece di riconoscerle e trovare soluzioni”. La rabbia dei manifestanti è stata proprio contro l’impetuoso presidente Gotabhaya Rajapaksa, i cui fratelli e altri membri del clan di famiglia regnano da molti anni sullo Sri Lanka.

Vedi anche:  nel sud-est della Turchia i curdi sembrano rassegnati ad Ankara

Durante la fine della guerra civile tra Colombo e i ribelli tamil nel 2009, questo ex soldato soprannominato “Terminator” è stato il luogotenente di Mahinda Rajapaksa, suo fratello maggiore alla guida del Paese dal 2005 al 2015. I due uomini guidano l’annientamento parte sanguinosa dell’insurrezione tamil che durava da un quarto di secolo. Questa vittoria militare ha guadagnato loro una grande popolarità presso la maggioranza singalese. Ma dal 2019 la presidenza del cadetto ha coinciso con lo shock di una crisi economica senza precedenti.

Secondo Ruki Fernando, le manifestazioni in corso sono da collocare nel contesto di a “malcontento diffuso”. L’attivista ricorda che nell’isola nel solo mese di marzo sono state registrate un centinaio di marce di protesta, realizzate per cause eterogenee. Vede, in questa rabbia, il peso “questioni precedenti come sparizioni forzate e violazioni perpetrate durante la guerra, sequestro di terre, diritti dei lavoratori delle piantagioni di tè, salute e istruzione”. Combinandosi con l’aumento dei prezzi dei generi alimentari essenziali e la crisi economica, stanno oggi producendo un cocktail esplosivo.

Articolo precedenteUcraina: come i giovani russi cercano di sfuggire alla guerra di Putin
Articolo successivoAttacco a sorpresa sul suolo russo: perché l’Ucraina non ha smentito