Chi avrebbe mai pensato che un topolino, disegnato da una matita americana alla fine degli anni ’20, avrebbe portato quasi un secolo dopo alla creazione della carica di delegato interministeriale in Francia? Diversi alti funzionari pubblici si sono infatti succeduti dal 1987 alla cattedra di “delegato interministeriale al progetto Euro Disneyland” per gestire, secondo la prefettura della regione Île-de-France, le conseguenze “ sviluppo e sfruttamento economico, sociale e culturale di questo parco divertimenti nella parte orientale di Parigi.

→ INDAGINE. Il mondo secondo Disney

Ciò dimostra l’importanza economica di Disneyland Paris, inaugurata trent’anni fa, fino ai giorni nostri, il 12 aprile 1992. In tre decenni, il parco avrà ricevuto 375 milioni di visitatori, di cui quasi il 60% stranieri. Disneyland Paris è semplicemente la principale destinazione turistica europea. Con i suoi due parchi a tema, sette hotel e due centri congressi, il sito ha raccolto oltre il 6% degli incassi turistici francesi dalla sua apertura.

Industrializzazione

“Disneyland non ha inventato il concetto di parco divertimenti in Francia, ma gli ha portato una dimensione industriale grazie in particolare a un nuovo approccio di marketing in Europa e, naturalmente, alla dimensione universale dell’universo Disney”, crede Guy Raffour, specialista del turismo e direttore di Cabinet Raffour interattivo. “È indiscutibile che ciò abbia aumentato il consumo di gite giornaliere e soggiorni brevi, ma anche l’attrattiva della Francia, e in particolare della regione parigina, per molti turisti stranieri. »

L’azienda americana ha allestito un solo parco in Europa e la concorrenza è stata agguerrita tra Francia e Spagna. “Tuttavia, all’epoca, non si poteva proprio parlare di unanimità nella regione, ricorda Guy Raffour. Alcuni videro con sospetto l’arrivo di una grande macchina americana che stava per trasformare un intero territorio dove c’erano solo terreni agricoli. »

→ I FATTI. Disneyland Paris, un buon affare per l’economia francese

Vedi anche:  Si possono regolamentare le emissioni di metano importato?

Perché se tutti pensano al parco divertimenti, il progetto Euro Disney è stato anche lo sviluppo di un intero territorio. Con nuovi quartieri, alloggi, infrastrutture di trasporto. Disneyland è anche il più grande datore di lavoro della Senna e Marna con circa 16.000 dipendenti.

Un programma di investimenti da 2 miliardi di euro

Questo trentesimo anniversario e i festeggiamenti che lo accompagneranno per diverse settimane sono un’occasione per il rilancio del parco dopo due stagioni segnate dall’emergenza Covid, che ne avrà comportato la chiusura per un totale di undici mesi e perdite colossali. “È stato un colpo tanto più duro da quando il parco era riuscito a scalare il pendio finanziario per appena pochi anni”, ricorda Arnaud Aymé, consulente di Sia Partners che sottolinea che l’avventura europea della Disney non è stata facile.

Vedi anche:  in cosa consiste il progetto dell'Unione Europea?

“Il parco è stato a lungo in deficit perché gli investimenti sono stati considerevoli, dice Arnaud Ayme. Solo nel 2002, per l’apertura del secondo parco dedicato al cinema, i Walt Disney Studios, la direzione del parco si è indebitata di 2 miliardi di euro. Ma un susseguirsi di eventi, dall’attacco dell’11 settembre all’influenza aviaria in Asia, ha portato per alcuni anni a una crisi del turismo internazionale. Inoltre, Disneyland Paris ha dovuto pagare diritti d’autore significativi alla sua società madre americana, che è stata molto criticata dai piccoli azionisti. »

→ ANALISI. Disney+, piantagrane del panorama audiovisivo

Il gruppo americano è comunque impegnato in una nuova fase di sviluppo dei Walt Disney Studios con una dotazione di 2 miliardi di euro in più. È prevista l’apertura di nuove aree tematiche, di cui una quest’estate dedicata all’universo dei supereroi Marvel. La possibilità di realizzare un terzo parco è ancora prevista nell’accordo siglato nel 1987 con lo Stato. Oggi viene utilizzata solo la metà dei 2.118 ettari concessi a Disneyland.

Articolo precedenteIncidenti a Rennes e Lione, Francia Inter hackerata, guerra in Ucraina: le 3 notizie della notte
Articolo successivoLa transizione energetica dà impulso ad Air Liquide