Diversi siti del governo ucraino sono stati presi di mira venerdì 14 gennaio da un attacco informatico su larga scala. Questa aggressione, la cui origine è per il momento sconosciuta, è avvenuta in un contesto in cui l’Ucraina ei suoi alleati occidentali hanno ripetutamente accusato Mosca di aver compiuto attacchi informatici contro i loro siti e infrastrutture, che la Russia difende. Per questo nuovo attacco, le autorità ucraine non hanno, per il momento, avanzato alcuna accusa.

→ RILEGGI. L’Unione Europea sanzionerà gli autori di attacchi informatici esterni

I siti dei ministeri, compresi quelli degli affari esteri e delle situazioni di emergenza, erano particolarmente inaccessibili venerdì mattina. Tuttavia, le autorità non hanno indicato se anche le infrastrutture IT fossero disabilitate o interrotte. “I siti web del Ministero degli Affari Esteri e di alcune altre agenzie governative sono temporaneamente fuori servizio”, ha affermato il portavoce della diplomazia ucraina. “I nostri esperti stanno lavorando per ripristinare il funzionamento dei sistemi informatici e la polizia ha aperto un’inchiesta”, Ha aggiunto.

Prima che il sito web del ministero degli Esteri fosse reso inaccessibile, un messaggio minaccioso è stato pubblicato dagli autori dell’attacco informatico sulla sua homepage in ucraino, russo e polacco. “Ucraini, abbiate paura e preparatevi al peggio. Tutti i tuoi dati personali sono stati caricati sul web”, potremmo leggere, secondo un corrispondente dell’AFP. Questo messaggio era accompagnato da diversi loghi, inclusa una bandiera ucraina barrata.

Nessuna fuga di dati trovata secondo l’intelligence ucraina

Qualsiasi “fuga di dati personali” tuttavia, non è stato rilevato subito dopo l’attacco informatico, hanno affermato i servizi di intelligence del paese. Secondo i servizi, le autorità hanno anche sospeso il funzionamento di altri siti governativi, “al fine di prevenire la diffusione degli attacchi” e per “trovare il problema”.

L’hacking arriva in un momento di crescenti tensioni tra l’Ucraina e la vicina Russia, che Kiev e i suoi alleati accusano di pianificare un’altra invasione del territorio ucraino. Uno degli scenari citati come presagio di una classica offensiva militare è un grave attacco informatico che prende di mira le infrastrutture strategiche ucraine al fine di interrompere le autorità.

La storia negli ultimi anni

L’Ucraina è stata più volte bersaglio di attacchi informatici prestati alla Russia negli ultimi anni, in particolare nel 2017 contro diverse infrastrutture critiche e nel 2015 contro la sua rete elettrica.

La giustizia americana ha rivelato in ottobre di aver incriminato sei agenti dell’intelligence militare russa per questi attacchi informatici, ma anche per altri in tutto il mondo, come quelli che hanno preso di mira il partito dell’attuale presidente francese Emmanuel Macron prima delle elezioni presidenziali del 2017. e le Olimpiadi del 2018 nel sud Corea. Questi hacker russi, di età compresa tra 27 e 35 anni, sono accusati di aver svolto le loro operazioni tra il 2015 e il 2019 da un edificio dell’esercito soprannominato ” Torre “, A mosca, “a vantaggio strategico della Russia”, secondo l’accusa statunitense.

L’Unione europea ha condannato l’attacco informatico di venerdì e ha annunciato che sta mobilitando tutti i suoi mezzi per aiutare Kiev, attraverso la voce del capo della diplomazia europea Josep Borrell.

Articolo precedenteIn Danimarca, la regina Margrethe II celebra i suoi cinquant’anni di regno
Articolo successivoAttaccata dall’estrema destra, risponde la tv pubblica