A poche ore dal ritiro delle truppe russe intorno a Kiev, nelle città liberate si moltiplicano le storie di abusi e crimini di guerra commessi in Ucraina. A Boutcha, una città vicino a kyiv, i corpi di 57 persone sono stati trovati in una fossa comune.

→ RELAZIONE. “Perché hanno ucciso il mio Tolik? “: in Ucraina, abusi russi in pieno giorno

Secondo le autorità locali, infatti, il bilancio della strage sarebbe molto più alto. “Abbiamo già seppellito 280 persone in fosse comuni”perché era impossibile farlo nei tre cimiteri del comune, tutti nel raggio di tiro dei soldati russi, ha spiegato il sindaco del comune, Anatoly Fedorouk. “Tutte queste persone sono state uccise, (…) loro (Russi) li ha uccisi con una pallottola nella nuca”Ha aggiunto.

→ INDAGINE. In Ucraina, esperti e investigatori sulle tracce di crimini di guerra

Questo è un “strage deliberata, ha denunciato questa domenica, 3 aprile, il ministro degli Esteri ucraino, Dmytro Kouleba. I russi vogliono eliminare quanti più ucraini possibile. Dobbiamo fermarli e spegnerli. Chiedo ora nuove devastanti sanzioni del G7”ha scritto Twitter.

Vedi anche:  Italia: è morta Assunta Almirante, la "papa nera" del postfascismo

Supporto dagli stati occidentali

Il segretario di Stato americano Antony Blinken ha reagito nel pomeriggio definendo questa scoperta a “preso un pugno allo stomaco”. “Deve fermarsi”ha stimato.

Anche in Europa diversi leader hanno espresso la loro indignazione. Anche il presidente Emmanuel Macron ha reagito su Twitter.

stimando “scioccato dalle immagini inquietanti delle atrocità commesse dall’esercito russo nella regione liberata di kyiv”, lo ha affermato il presidente del Consiglio europeo, Charles Michel “l’UE sta aiutando l’Ucraina e le ONG a raccogliere le prove necessarie per l’azione penale nei tribunali internazionali”.

→ RILEGGI. In Russia, l’economia ha già colpito

Nel Regno Unito, ha denunciato anche il ministro degli Esteri Liz Truss “atti rivoltanti” commesso dall’esercito russo contro i civili in Ucraina, chiedendo maggiori sanzioni contro Mosca. Il capo della diplomazia ha assicurato che il Regno Unito avrebbe sostenuto “completamente qualsiasi indagine da parte della Corte penale internazionale”.

“La violenza dilagante di Putin sta spazzando via famiglie innocenti e non conosce limiti”a denunciato in un tweet la sua controparte tedesca, Annalena Baerbock, che lo ha assicurato “i responsabili di questi crimini di guerra” dovrebbe ” responsabile. (…) Rafforzeremo le sanzioni contro la Russia e sosterremo maggiormente l’Ucraina nella sua difesa. »

L’UE ha già adottato diverse serie di sanzioni contro Mosca dall’offensiva in Ucraina, prendendo di mira massicciamente aziende, banche, alti funzionari, oligarchi e vietando l’esportazione di merci in Russia.

Vedi anche:  a Leopoli, una start-up al servizio dello sforzo bellico

“Preghiamo per la pace”

Papa Francesco ha condannato “Guerra sacrilega” in Ucraina. “Preghiamo per la pace pensando alla tragedia umanitaria dell’Ucraina martire, ancora sotto i bombardamenti di questa guerra sacrilega”ha detto dopo una messa all’aperto davanti ad almeno 12.000 persone a La Valletta, capitale di Malta.

Articolo precedenteDjamila Bousaïd, il nuovo modello di operaie tessili
Articolo successivoImran Khan si salva a costo di una crisi politica