Home Mondo Inghilterra: scontri tra musulmani e indù per le strade di Leicester

Inghilterra: scontri tra musulmani e indù per le strade di Leicester

0
66

Chi ha detto che il cricket è uno sport da gentiluomini? Nel torpore dell’estate, il 28 agosto, pakistani e indiani si sono disputati un incontro in occasione della Coppa d’Asia, a Dubaï (Emirati Arabi Uniti) di cui quest’ultimo è uscito vittorioso. Tutto avrebbe potuto fermarsi lì. Ma tra le due ex colonie britanniche, la rivalità sportiva – nata dalla spartizione dell’India nel 1947, dalle guerre indo-pakistane e dal conflitto intorno alla regione del Kashmir – si esprime anche nelle strade. In questo caso, quelli di Leicester, 350.000 abitanti, nel Regno Unito. Una città nota per il suo spiccato multiculturalismo, a cui vanno i media svizzeri volta aveva già dedicato un articolo nel 2010, evocando il suo ” 36 moschee ” e il suo ” decine di templi indù e sikh “.

Vedi anche:  L'Ucraina intrappolata nel gioco degli sciocchi Russia-USA

LEGGI ANCHE: Inghilterra: perché gli stupri commessi da una banda di origine pachistana sono stati messi a tacere dalla stampa

Da tre settimane la città inglese è tormentata dagli scontri tra le due comunità. Una situazione alimentata da estremisti da entrambe le parti. La sera del 28 agosto, prima di tutto, c’è stata una processione di fan indù di cricket al grido di “Pakistan Murdabad” (morte in Pakistan).