lunedì, Settembre 26, 2022
Home Mondo Iran: “Per il momento queste mobilitazioni non preoccupano proprio il regime”

Iran: “Per il momento queste mobilitazioni non preoccupano proprio il regime”

30
0

Domenica 18 settembre sono scoppiate manifestazioni a Teheran e nel Kurdistan iracheno dopo l’annuncio della morte venerdì di una giovane donna, Mahsa Amini. La 22enne iraniana era caduta in coma dopo essere stata arrestata dall’unità di polizia responsabile dell’applicazione del codice di abbigliamento della Repubblica islamica per le donne, compreso l’uso del velo. La giovane è stata accusata di averlo indossato “male”. Per comprendere la portata di queste mobilitazioni e il loro impatto sul regime iraniano, oggiurnal ha parlato con l’iranologa Amélie Chelly.

oggiurnal: C’era da aspettarsi che la morte della giovane Mahsa Amini, dopo un violento arresto da parte della polizia iraniana della moralità perché non indossava correttamente il velo, avrebbe provocato una tale ondata di protesta nel Paese?

Vedi anche:  Zelensky parla di 'soluzione finale' in Ucraina: 'La leva emotiva è un'arma a doppio taglio'
Articolo precedenteLa Russia annetterà i territori occupati in Ucraina
Articolo successivoL’Ungheria può ancora contare sul suo alleato polacco