Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha avvertito lunedì 23 maggio da Tokyo che gli Stati Uniti avrebbero difeso militarmente Taiwan se Pechino avesse invaso l’isola autonoma, avvertendo che la Cina “flirt con il pericolo”.

→ DA RILEGGERE. Taiwan contro la Cina: domani la guerra?

“Questo è l’impegno che abbiamo preso”ha risposto Joe Biden quando gli è stato chiesto se gli Stati Uniti sarebbero intervenuti militarmente contro un tentativo cinese di impadronirsi di questo territorio con la forza. “Siamo d’accordo con l’unica politica cinese, l’abbiamo firmata (…) ma l’idea che [Taïwan] può essere preso con la forza semplicemente non è appropriato. »

Sanzioni alla Russia, un messaggio per la Cina

Il cinese “Stanno già flirtando con il pericolo in questo momento volando così vicino (a Taiwan) e con tutte le manovre che stanno facendo”, ha lamentato il presidente americano durante una conferenza stampa congiunta con il primo ministro giapponese Fumio Kishida. Quest’ultimo, da parte sua, ha assicurato che il Giappone e gli Stati Uniti “monitorerà le recenti attività della marina cinese, nonché i movimenti relativi alle esercitazioni congiunte di Cina e Russia”.

Riferendosi anche alla Russia, Joe Biden ha detto che doveva “pagare un prezzo a lungo termine” per il suo “barbarie in Ucraina” in termini di sanzioni imposte dagli Stati Uniti e dai suoi alleati. “Non si tratta solo dell’Ucraina”, ha detto il presidente americano. Perchè se “Le sanzioni non sono state rispettate in molti modi, quindi quale segnale invierebbe questo segnale alla Cina sul costo del tentativo di prendere Taiwan con la forza? »

Dire di aspettarsi che una tale invasione non abbia “nessun posto”Joe Biden ha detto, tuttavia, che sarebbe dipeso “della forza con cui il mondo fa capire” alla Cina il prezzo che avrebbe dovuto pagare in caso di invasione.

Vedi anche:  In Colombia la sinistra alle soglie di una vittoria storica

Reagendo immediatamente alle parole del presidente americano, lunedì la Cina ha invitato Joe Biden a farlo “non sottovalutare” sua “ferma determinazione” a per proteggere la sua sovranità. “Esortiamo gli Stati Uniti (…) a evitare di inviare segnali sbagliati alle forze indipendentiste” da Taiwan, ha detto un portavoce del ministero degli Esteri cinese.

Articolo precedenteil presidente polacco a Kiev, il Donbass sotto il fuoco russo
Articolo successivoIn Quebec, il lavoro minorile è in aumento