► kiev accusa la Russia di “genocidio”

Volodymyr Zelensky domenica 3 aprile ha accusato la Russia di aver commesso a “genocidio” in Ucraina per eliminare “l’intera nazione”, dopo la scoperta di molti morti a Boutcha, una città a nord-ovest di kyiv, in seguito alla partenza delle forze russe. I corpi di 410 civili sono stati finora trovati nei territori della regione.

→ EDITORIALE. Guerra in Ucraina: crimini di guerra

Washington, Parigi, Berlino, Madrid e Londra hanno denunciato il “atrocità” e “crimini di guerra”. Il Segretario Generale delle Nazioni Unite Antonio Guterres, “profondamente scioccato”ha sostenuto “un’indagine indipendente”. Emmanuel Macron ha detto lunedì “favorevole” che l’Unione Europea decida su nuove sanzioni nei confronti della Russia, in particolare su petrolio e carbone. “Ci sono indicazioni molto chiare di crimini di guerra” e lui è “praticamente stabilito che si tratta dell’esercito russo” che era presente lì, ha aggiunto il presidente francese su France Inter.

Guerra in Ucraina, giorno 40: kyiv accusa la Russia di “genocidio”, attentati a Kharkiv

Il ministero della Difesa russo ha assicurato che le sue forze non avevano ucciso civili a Boutcha, affermando che le immagini dei cadaveri per le strade della città erano “una nuova produzione del regime di kyiv per i media occidentali”. “Alla luce delle odiose provocazioni dei radicali ucraini a Boutcha, la Russia ha chiesto una riunione del Consiglio di sicurezza dell’Onu lunedì 4 aprile”a twittato Il vice ambasciatore della Russia presso le Nazioni Unite Dimitri Polianski.

Vedi anche:  Il “Freedom Convoy” contro le misure sanitarie: dopo il Canada, la Francia?

► Bombardamenti a Kharkiv

Sette persone sono rimaste uccise e 34 ferite in un attacco russo domenica in una zona residenziale di Kharkiv, una delle principali città dell’Ucraina nord-orientale. “Gli occupanti russi hanno bombardato edifici residenziali nel distretto di Slobodskyy. Di conseguenza, una decina di case e un deposito di filobus sono stati danneggiati. Secondo le prime informazioni, sette persone sono rimaste uccise, 34 sono rimaste ferite, tra cui tre bambini”, ha affermato il servizio stampa della procura regionale. Inoltre, a Dergatchi, vicino a Kharkiv, “almeno tre persone sono morte e sette sono rimaste ferite in misura diversa” nel bombardamento di una zona residenziale.

Una persona è stata uccisa e tre ferite domenica in un attacco russo in un ospedale di Rubizhne, nell’Ucraina orientale, ha annunciato il governatore della regione. Questa località situata vicino a Luhansk, nella regione del Donbass, è già stata oggetto di bombardamenti in molte occasioni dall’inizio dell’invasione russa.

Vedi anche:  Guerra in Ucraina: incertezze sui video delle umiliazioni pubbliche

► Il Papa a disposizione

” Sono disponibile “ha dichiarato il papa, al termine di una vorticosa visita a Malta. “La Santa Sede sta facendo tutto il possibile” per facilitare una soluzione del conflitto, ha assicurato, confermando che un viaggio a Kiev era una delle opzioni ma “Non so se può aver luogo, o se sarebbe utile”.

→ LEGGI. Un viaggio del papa a kyiv è “una possibilità”, conferma Francesco

Francesco ha anche affermato che l’incontro con il patriarca ortodosso russo Kirill, che sostiene Vladimir Putin e ha giustificato l’intervento militare russo a fine febbraio, è stato ancora ” nello studio “. “Ci stiamo lavorando e pensiamo al Medio Oriente per farlo”ha dichiarato.

► La popolazione fugge da Kramatorsk

Centinaia di persone sono fuggite dalla città di Kramatorsk, nell’est, per paura di una possibile offensiva russa in questa parte del Paese. La guerra ha costretto all’esilio quasi 4,2 milioni di ucraini, il 90% dei quali donne e bambini. Più di 500.000 persone sono tornate in Ucraina dall’inizio dell’invasione russa.

Articolo precedenteLa corruzione, l’altra piaga del Burkina Faso
Articolo successivoIn Spagna, nuova avanzata dell’estrema destra