Ferrero riconosce “fallimenti interni “. Dopo la chiusura della sua fabbrica di cioccolato Kinder in Belgio, sospettata di essere la fonte di casi di salmonellosi, il produttore ha presentato le sue scuse venerdì 8 aprile. a tutti i suoi consumatori e partner commerciali”,

L’agenzia belga per la sicurezza alimentare (Afsca) ha annunciato venerdì 8 aprile di aver ordinato la cessazione della produzione nello stabilimento Ferrero di Arlon, deplorando “informazioni incomplete” fornito dal colosso dolciario italiano Ferrero.

→ DIBATTITO. Salmonella, E. coli, listeriosi: ci sono lacune nella sicurezza alimentare?

“Da diverse settimane in Europa sono stati identificati più di cento casi di salmonellosi”ha indicato l’Afsca sottolineando che a ” collegamento “ stabilito alla fine di marzo tra questi avvelenamenti e la fabbrica “da allora è stato confermato”.

Afsca amplia il richiamo dei prodotti

“Dopo gli accertamenti (…) e a seguito delle constatazioni delle ultime ore circa l’incompletezza delle informazioni fornite da Ferrero, l’Agenzia revoca oggi l’autorizzazione allo stabilimento Ferrero di Arlon”annuncia Afsca, che ordina dal sito anche il ritiro di tutti i prodotti della gamma Kinder.

Vedi anche:  La Lituania erige anche barriere di confine

“Questo ritiro completo del prodotto riguarda tutti i prodotti del tipo Kinder Surprise, Kinder Surprise Maxi, Kinder Mini Eggs, Schoko-bons, indipendentemente dai lotti o dalle date di scadenza”ha detto l’agenzia in una nota, chiedendo “le società di distribuzione per rimuovere tutti questi prodotti dagli scaffali”.

Lo sottolinea l’Autorità sanitaria “seguirà da vicino i passi intrapresi da Ferrero e autorizzerà la riapertura del sito solo dopo aver potuto concludere che lo stabilimento soddisfa tutte le norme e i requisiti di sicurezza alimentare”.

L’indagine continua

Le indagini alla Ferrero continuano, ha detto l’AFSCA invitando i consumatori a non consumare nessuno dei prodotti in questione.

È stata presa la decisione di sospendere le attività dello stabilimento di Arlon “per chiarire la situazione”ha commentato il ministro dell’Agricoltura belga. “Una decisione del genere non è mai presa alla leggera. ma le circostanze attuali lo richiedono”.

Articolo precedenteIn Russia, la sepoltura di Vladimir Zhirinovsky, “falso avversario” per eccellenza
Articolo successivoA Kiev, Ursula von der Leyen chiude le fila UE-Ucraina