Alla ricerca di nuovi canali di raccolta fondi più user-friendly, i filantropi si lanciano in “speed dating”, incontri tra associazioni e potenziali donatori. Questo è l’approccio che esiste, in particolare, dal 2017 con la Notte del Bene Comune. È stata fondata dall’impresa sociale Obole con il sostegno di organizzazioni come la Fondation de France (FDF).

Aste di solidarietà alla Notte della Filantropia dell’Esercito della Salvezza

È stato dopo l’inaspettato successo di una prima Notte del bene comune a Parigi cinque anni fa (che ha riunito mille persone per una raccolta di 1 milione di euro) che Thibault Farrenq e il suo team di Obole hanno scelto di sistematizzare questi eventi per mobilitare la generosità del pubblico verso le giovani associazioni innovative.

“La nostra azienda mira a fornire risorse a queste associazioni e dare loro visibilità, dice Thibault Farrenq. La Buonanotte Comune soddisfa le aspettative delle associazioni per trovare nuovi donatori. »

Follow up a lungo termine

Ad ogni edizione, una decina di progetti locali vengono selezionati dai partner, come le sedi regionali della Fondation de France, e presentati durante una serata aperta a tutti. Dopo il passaggio di ogni relatore, un banditore lancia offerte decrescenti, che vanno da € 5.000 a € 100. Gli impegni verranno poi trasformati in vere e proprie donazioni tramite le pagine web degli organizzatori, poi versate alle strutture vincitrici.

Vedi anche:  Per i profughi ucraini, offerte di lavoro generose ma “precoci”.

I progetti e l’utilizzo del denaro sono monitorati nel tempo da Obole e dai suoi partner. Alcune delle associazioni sono invitate a parlare del loro progetto durante la Notte successiva. Perché ogni anno le nuove città ospitano Notti del bene comune. Quest’anno ne verranno organizzate una quindicina, mobilitando sul territorio privati ​​e sponsor aziendali, spesso non ancora impegnati in iniziative di generosità. Nel settembre 2021, Lione ha ospitato per la prima volta una notte del genere, sostenuta dalla Fondation de France.

Drastica selezione di progetti

“La nostra vicinanza alle associazioni locali ci ha permesso di individuare i dieci progetti che meritavano sostegno, afferma Delphine Allarousse, delegata generale della Fondation de France Centre-Est. Sono supportati o per il loro funzionamento quotidiano o per un’iniziativa specifica. »

Il contributo del DFF non si limita a questa unica serata. La selezione dei progetti da parte dei suoi volontari è il risultato di un percorso di un anno, con il supporto dei candidati, in particolare per la loro presentazione che durerà solo pochi minuti, ma che condizionerà il loro futuro.

“Oltre all’aspetto finanziario (€575.000 raccolti a Lione), vogliamo lanciare una dinamica filantropica collettiva, completa Delphine Allarousse. A La Nuit riuniamo donatori di tutti i ceti sociali che non si sono incontrati prima. E mostriamo loro cosa può ottenere la generosità. »

Tra i vincitori di Lione, l’associazione Wake up Café partecipa al riuscito reinserimento delle persone scarcerate. Creato da un ex cappellano carcerario di Nanterre (Hauts-de-Seine), sta iniziando a diffondersi in diverse città e aveva bisogno di una spinta per allestire i suoi locali nella prefettura del Rodano.

Vedi anche:  Israele ha aperto la strada alla cooperazione pubblico-privato

Azione non finanziata dalle autorità pubbliche

“Siamo stati supportati durante la prima Notte del Bene Comune a Parigi nel 2017, dice Clotilde Gilbert, all’origine del Wake up Café. I contatti presi in questa occasione ci hanno permesso di aprire nel 15e quartiere il ristorante di integrazione sociale Quai Liberté su una chiatta per le persone che aiutiamo. Inoltre, quando ci è stata offerta l’opportunità di rappresentarci a Lione, non abbiamo esitato! »

Le somme raccolte serviranno per migliorare l’accoglienza dei detenuti e per iniziare il loro percorso di preparazione alla scarcerazione, in particolare con le 170 aziende del Paese che si impegnano a reclutarli. “Questo sostegno non è finanziato dalle politiche pubbliche, conclude Clotilde Gilbert. Contiamo quindi sulla generosità della società civile, espressa durante la Notte del Bene Comune. »

Articolo precedenteIl malcontento aumenta per l’impennata dei prezzi del carburante
Articolo successivodopo il record, un primo calo da inizio anno