Fifa e UEFA hanno annunciato in una dichiarazione il 28 febbraio che avrebbero escluso la nazionale russa e i club russi da tutte le competizioni fino a nuovo avviso, citando la loro solidarietà al popolo ucraino di fronte all’invasione decisa da Vladimir Poutine. La UEFA ha anche annunciato che sospenderà la sua partnership con Gazprom, del valore di 40 milioni di euro.

→ SEGUITE LA NOSTRA DIRETTA. Guerra in Ucraina: verso un secondo giro di trattative, 500mila profughi per cinque giorni

Ciò significa l’esclusione dei club russi dalla Champions League, la più prestigiosa delle competizioni europee. Soprattutto, questo impedirà alla nazionale di partecipare al Mondial-2022, l’evento sportivo più seguito al mondo dopo i Giochi Olimpici, che si svolgeranno dal 21 novembre al 18 dicembre 2022.

Vedi anche:  Esplosioni in Transnistria: quali rischi per la Moldova?

Articolo precedenteGuerra in Ucraina, il punto alle 18: intervista Macron-Putin, spazio aereo russo quasi chiuso…
Articolo successivoInvasione dell’Ucraina, la Russia affronta lo shock economico delle sanzioni