mercoledì, Maggio 18, 2022
Home Mondo L’attivista iraniano chiede a Elon Musk di bandire il leader supremo Khamenei...

L’attivista iraniano chiede a Elon Musk di bandire il leader supremo Khamenei da Twitter

53
0

Lo ha sfidato direttamente su Twitter: Masih Alinejad, giornalista scrittrice e attivista politica americana di origine iraniana ha chiesto al nuovo proprietario di Twitter, Elon Musk, di bandire il Leader Supremo dell’Iran, Ali Khamenei. Questo attivista anti-velo ha denunciato attraverso un tweet le restrizioni imposte dall’Ayatollah, a cominciare dalla censura imposta nel Paese in cui Twitter è bandito.

LEGGI ANCHE: Stati Uniti: l’FBI sventa il rapimento dell’attivista Masih Alinejad da parte di agenti iraniani

“Congratulazioni a Elon Musk” ha presentato, prima di implorare il boss di Tesla e Space X di cancellare l’account di Ali Khamenei: “Per favore, scacciate i dittatori che escludono la propria gente dai social media. Noi, gli iraniani che difendono la libertà di espressione, vi invitiamo a bandire Khamenei che ha bandito 80 milioni di persone da Twitter” ha detto sul social network questo lunedì 25 aprile.

Se per il momento il nuovo boss di Twitter non ha risposto all’attivista iraniano, il social network ha dichiarato lo scorso gennaio di aver chiuso uno degli account legati al Leader Supremo iraniano, dopo la pubblicazione di un video in cui si chiamava vendetta per il assassinio del generale iraniano Qassem Soleimani da parte degli Stati Uniti e sembrava essere rivolto all’ex presidente degli Stati Uniti Donald Trump.

Vedi anche:  “La militarizzazione delle menti resta superficiale in Russia”

Trump bandito

L’account incriminato, @KhameneiSite, aveva pubblicato un video animato che simulava una vendetta contro Donald Trump, che due anni fa ordinò uno sciopero che uccise il generale Qassem Soleimani, allora capo della Forza Quds, responsabile delle operazioni esterne degli Stati Uniti. , l’esercito ideologico della Repubblica Islamica. Se si trattava di un account secondario che trasmetteva le attività dell’ayatollah, il suo account principale, @khamenei_ir, è ancora attivo.

LEGGI ANCHE:Elon Musk vuole acquistare Twitter… e diventa il nuovo eroe della destra americana

Secondo Twitter, la protezione delle persone e dei contenuti delle conversazioni sui social network è una priorità assoluta per l’azienda. Il gruppo invoca politiche chiare sui comportamenti abusivi e promette di continuare a intervenire in caso di violazioni. Il campo dell’ex presidente americano denuncia regolarmente l’espulsione del miliardario repubblicano da Twitter, rilevando in particolare che gli account di diversi leader considerati dagli Stati Uniti come autocrati, tra cui Ali Khamenei, sono essi stessi autorizzati a rilanciare i loro messaggi.

Vedi anche:  A Mosca, Emmanuel Macron chiede "de-escalation"

Articolo precedenteMali: un gruppo jihadista afferma di trattenere un mercenario russo del gruppo Wagner
Articolo successivoLa Russia rafforza il controllo su Internet e sui social network