Si tratta di un nuovo record storico per la Francia. Le creazioni d’impresa totali per l’intero 2021 sono state 995.868, in aumento del 17,4% rispetto al 2020, ha riferito venerdì 14 gennaio l’Istituto nazionale di statistica e statistica. studi economici.

Il numero di microimprese create da imprenditori autonomi è aumentato del 17% e quello delle imprese del 24,3%, mentre il numero delle imprese individuali tradizionali è aumentato solo dell’1,7%, ha affermato l’INSEE in un rapporto.

→ RITRATTI. Questi imprenditori che iniziano ai tempi del Covid

In testa le società di servizi per la casa

Il forte aumento delle start-up di imprese lo scorso anno può essere spiegato da “il livello particolarmente basso delle creazioni durante il primo confinamento nel 2020”, secondo il comunicato stampa dell’INSEE, ma ciò non ha impedito che il 2020 fosse già un anno record.

Nel 2021 le creazioni di impresa che sono cresciute maggiormente sono quelle dei servizi alla casa, in crescita del 30%, delle attività finanziarie e assicurative (+30,6%), dell’informazione e comunicazione (+25,4%) e dei trasporti e magazzinaggio (+24,9%) . Quest’ultima categoria comprende in particolare le consegne a domicilio, esplose con la crisi sanitaria.

A dicembre le start up d’impresa sono aumentate dello 0,8%, dopo essere scese del 3,6% a novembre. Le registrazioni dei microimprenditori, che rappresentano il 64,4% del totale, sono aumentate del 2,7%, mentre quelle delle ditte individuali tradizionali sono diminuite del 2,4%. Le creazioni sono cresciute nettamente a dicembre nel supporto alle imprese (+5,3%) e nelle costruzioni (+5,6%), ulteriori dettagli INSEE.

Articolo precedenteStati Uniti: la Corte Suprema blocca l’obbligo vaccinale, nuova battuta d’arresto per Biden
Articolo successivo“Lo Tischtok”: in Israele uno scandalo sessuale scuote la comunità ultraortodossa