martedì, Maggio 17, 2022
Home Mondo Le elezioni presidenziali viste da… Berlino: “Il discorso di Zemmour è scioccante...

Le elezioni presidenziali viste da… Berlino: “Il discorso di Zemmour è scioccante in Germania”

52
0

oggiurnal: Come sono interessati i tedeschi alle elezioni presidenziali francesi?

Frank Baasner: I tedeschi si trovano di fronte a notizie pesanti incentrate sulla crisi ucraina, sul problema dei prezzi di gas ed energia, sull’inflazione o addirittura sulla gestione dell’uscita dalla pandemia. In questo contesto, penso che il grande pubblico tedesco non sappia nemmeno che domenica ci saranno le elezioni in Francia. D’altra parte, se guardiamo ai media, vediamo che c’è molta copertura con i rapporti, trasmissioni abbastanza lunghe.

LEGGI ANCHE:Le elezioni presidenziali viste dagli Stati Uniti: “Le Pen sarebbe il peggior candidato per Biden”

Le elezioni francesi sono quindi davvero nell’agenda dei media tedeschi. Notiamo, tuttavia, dalle domande osservate, che il sistema elettorale francese non è molto noto. I tedeschi non capiscono perché un candidato come Jean Lasalle, che arriva al 2%, sia ancora in corsa. C’è anche qualche malinteso sull’incapacità dei socialisti di scendere a compromessi e radunarsi dietro un singolo candidato. A questo proposito i tedeschi hanno l’esempio del loro partito socialdemocratico che era in declino, sapeva restare unito e ora sta vivendo una rinascita.

Chi sarebbe il miglior candidato francese per guidare la Germania?

Macron. Ma dovrebbe essere in grado di adattarsi al sistema tedesco. Cioè si abitua ad avere molto meno potere, con una maggiore dipendenza dal Bundestag e dai Länder. In realtà, il Cancelliere tedesco è più vicino a un Primo Ministro. Anche Jean Castex o Edouard Philippe avrebbero fatto il trucco.

Vedi anche:  A Kiev, in febbrile attesa dell'arrivo dei primi soldati russi

LEGGI ANCHE: Le elezioni presidenziali viste… da Israele: “Eric Zemmour è il peggior candidato per gli interessi del Paese”

Ai tedeschi piace Macron, anche perché è il presidente francese che negli ultimi anni è stato il più aperto sulla Germania. Arrivò con la dichiarata volontà di lavorare con i tedeschi, di rispettarne il funzionamento, con ministri di lingua tedesca e germanofili come Bruno Le Maire o Clément Beaune. Ma i leader tedeschi, in particolare la Merkel alla fine del suo regno, non hanno compreso questo desiderio e non hanno risposto a questo riavvicinamento che è stato anche emotivo. È un peccato.

Per Olaf Scholz e la sua coalizione, chi sarebbe il presidente francese più desiderabile?

Ancora una volta Macron perché ci sono tanti punti in comune, lo conosciamo da molto tempo e la fiducia c’è. Scholz lo aveva già “visitato” quando era ministro delle Finanze e insieme hanno negoziato il programma europeo NextGeneration. Ci sono sicuramente delle differenze, ad esempio sulla visione del libero scambio o sull’energia nucleare. Allo stesso tempo, la guerra in Ucraina sta facendo muovere la Germania su questioni di gas ed energia o sulla difesa europea. C’è davvero la possibilità di un’agenda comune.

Vedi anche:  Mariupol vicino all'autunno, civili uccisi che mostravano segni di tortura vicino a Kiev

E il peggio?

Il peggiore è ovviamente Éric Zemmour, il cui incitamento all’odio e bassezza etica sono assolutamente scioccanti in Germania. Gli altri candidati populisti sono meno sconvolgenti perché sembrano avere posizioni più tradizionali, come Marine Le Pen. Indipendentemente dal suo programma piuttosto anti-europeo, offre un’immagine di una statista meno aggressiva, e che sembra tanto più vicina alla destra classica poiché alla sua destra c’è Zemmour… o Jean-Luc Mélenchon che sviluppa un classico in definitiva retorica della redistribuzione della ricchezza dai ricchi ai poveri.

LEGGI ANCHE: La visuale presidenziale… da Londra: “Zemmour o Le Pen, sarebbe l’ideale per Boris Johnson”

Va tuttavia sottolineato che nella misura in cui le elezioni francesi si svolgeranno in modo democratico e nel quadro dello stato di diritto, Berlino accetterà necessariamente la scelta dei francesi e lavorerà con il candidato eletto.

Articolo precedenteUcraina: macabra scoperta a Borodyanka, sarebbe stato individuato il “macellaio di Boutcha”.
Articolo successivo2021, anno di “record” in Francia