Un francese è stato ucciso “in combattimento” in Ucraina, ha annunciato venerdì 3 giugno il ministero degli Affari esteri francese, a 100 giorni dall’inizio dell’invasione russa. “Abbiamo appreso la triste notizia che un francese era stato ferito a morte in combattimenti in Ucraina”disse il Quai d’Orsay. “Mandiamo le nostre condoglianze alla sua famiglia”.

L’identità di quest’uomo non è stata comunicata, né il luogo in cui è morto. Secondo una fonte, l’uomo era “un combattente partito volontario”.

L’Europa 1 aveva da parte sua riportato giovedì a “primo combattente francese” ucciso in Ucraina, “ferito a morte dal fuoco dell’artiglieria” nella regione di Kharkiv (nord-est). “Il giovane si era unito alla Legione di difesa internazionale ucraina e aveva partecipato alla lotta contro l’esercito russo”secondo la radio.

Vedi anche:  Ucraina: la comunità museale internazionale lotta per impedire la distruzione del patrimonio

Una “legione internazionale” di volontari stranieri

Non è la prima volta che uno straniero andato a combattere in Ucraina muore. La Gran Bretagna ha annunciato a fine aprile la morte di un suo cittadino e la scomparsa di un altro. Secondo i media britannici, l’ucciso era un veterano dell’esercito britannico. I due cittadini stavano combattendo contro le forze russe come volontari, secondo queste fonti.

La guerra in Ucraina è entrata venerdì nel suo centesimo giorno. Poco dopo che la Russia ha invaso il suo paese il 24 febbraio, il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha chiesto la formazione di un “legione internazionale” volontari stranieri per aiutare a difendere l’Ucraina.

Vedi anche:  L'attivista egiziano Ramy Shaath è stato rilasciato ma privato della sua nazionalità

Articolo precedenteLe religioni hanno contribuito alla consapevolezza ecologica?
Articolo successivoGuerra in Ucraina: un francese ferito a morte “in combattimento”