Quali sono le prime lezioni della guerra in Ucraina?

Da Mariupol a Kiev passando per Kharkiv, l’esercito ucraino sta resistendo con forza contro truppe meglio equipaggiate a tutti i livelli, che hanno anche una schiacciante superiorità aerea, marittima e logistica. Dopo quattro giorni di combattimenti, l’invasione russa non registrò alcuna vittoria decisiva. Stesso “La supremazia aerea russa non è ancora del tutto stabilita, osserva il colonnello Michel Goya. L’aviazione ucraina è in grado di effettuare qualche decina di sortite al giorno e, soprattutto, la difesa antiaerea ucraina ha colpito diversi aerei russi. »

→ RELAZIONE. Mangia, proteggiti o fuggi… Kiev in tempo di guerra

Lo scenario di una guerra lampo sembra allontanarsi. Il piano previsto per impadronirsi di Kiev con commando di paracadutisti, supportati dalla 36a armata a ovest e dalla 41a a nord, con l’obiettivo di installare una potenza filo-russa, fu abbandonato. Durante l’assalto, gli ucraini affermano di aver distrutto due trasportatori di truppe che stavano cercando di atterrare su una pista vicino a Kiev. Dopo due giorni di avanzamento, le truppe russe al comando della capitale sembrano fare a “pausa”, osserva Michel Goya.

Un’altra osservazione al 4° giorno del conflitto, la prima città del Paese è stata relativamente risparmiata dagli attacchi aerei, in particolare dai lanciatori multipli di missili Grad che causano terribili danni alle abitazioni per decine di metri intorno. Niente a che vedere con le bombe a tappeto usate durante la seconda guerra in Cecenia o in Siria.

Vedi anche:  La NATO ha sfidato a porre fine alla guerra di Putin

“L’uso limitato dei bombardamenti, una tattica che potrebbe cambiare nei giorni a venire, si spiega senza dubbio con la volontà della Russia di porre fine a questo conflitto il più rapidamente possibile senza provocare una grave crisi umanitaria e di preservare le infrastrutture in vista di una possibile annessione “, pensa il russo Pavel Luzin, specialista delle forze armate del suo Paese.

La Russia ha valutato correttamente il suo avversario?

Vladimir Putin ha invitato le forze ucraine a rovesciare il governo a Kiev, a “banda di nazisti e tossicodipendenti”, nelle sue parole. A forza di delegittimare l’esistenza stessa dell’Ucraina, ha forse sottovalutato la capacità di resistenza della sua popolazione? Molti la pensano così.

“La strategia era quella di demoralizzare l’élite politica e le forze armate con un primo attacco, poi stabilire un governo filo-russo che avrebbe represso gli oppositori, crede Pavel Luzin. Sembrerebbe che Mosca abbia completamente sottovalutato il popolo ucraino e persino i suoi leader. La campagna prende una piega molto diversa. Le perdite sono considerevoli e la resistenza cresce. »

→ ANALISI. In televisione, i russi seguono una non guerra

Vedi anche:  "È urgente accogliere l'Ucraina nell'UE"

Tuttavia, la Russia conserva tutto il suo margine di manovra di fronte agli ucraini messi alle strette nell’est del Paese. I soldati russi sono entrati nel centro di Kharkiv, la seconda città del paese, il 27 febbraio prima di essere, a quanto pare, cacciati. Sul fronte della Crimea, la 58a armata avanza inesorabile verso Mariupol e Zaporozhye per accerchiare i difensori ucraini che resistono agli assalti dei separatisti e delle unità russe nel Donbass.

La Russia, che ha impegnato le sue migliori unità nel conflitto, ha anche riserve significative in Bielorussia pronte ad attraversare il confine con l’Ucraina, secondo il Pentagono. Si teme un attacco anfibio anche a Odessa, il grande porto del Mar Nero.

Le consegne di armi promesse al governo ucraino da diversi paesi europei, compresi i missili Stinger efficaci contro caccia ed elicotteri, potrebbero arrivare troppo tardi per far pendere la bilancia nei giorni a venire. Il loro utilizzo sarebbe comunque prezioso nel caso in cui il conflitto si evolvesse verso la guerriglia urbana. “L’esercito russo non è preparato per questo, crede Pavel Luzin. I ceceni hanno fatto il lavoro sporco in Cecenia. In Siria, faceva affidamento sulle forze di Assad e sugli ausiliari iraniani. Questa volta, la Russia dovrà fare affidamento sulle proprie forze. »

Articolo precedenteLe sanzioni occidentali potrebbero far cadere il rublo
Articolo successivoL’Unione Europea potrebbe comprare armi per l’Ucraina