Il consumo di elettricità in Francia è stato leggermente inferiore al previsto lunedì 4 aprile all’inizio della mattinata, il che ha permesso di evitare interruzioni di corrente, ha annunciato il gestore della rete elettrica.

→ DA RILEGGERE. Energia: RTE richiede un minor consumo di elettricità

“Finora abbiamo abbastanza produzione per soddisfare il consumo (…) un po’ meno del previsto », indicato Rete di trasporto elettrico (RTE). Il consumo nazionale ha raggiunto il picco di 71.600 MW alle 8:45, un livello inferiore al picco di 73.000 MW inizialmente previsto. È poi sceso un po’ di più, a 71.232 MW, poco dopo le 9:30.

Vedi anche:  "Non abbiamo accesso ai conti del partito nell'anno delle elezioni presidenziali"

Avviso Ecowatt arancione

RTE aveva attivato il segnale nazionale Ecowatt “arancia” (che può arrivare fino al rosso) a causa del calo delle temperature, che avrebbe dovuto aumentare il consumo di elettricità, e lunedì mattina ha invitato famiglie e imprese a ridurre i propri consumi.

In un tweet trasmesso domenica, Carrefour aveva ad esempio annunciato che i suoi supermercati avrebbero ridotto il consumo di elettricità lunedì mattina.

→ SPIEGAZIONE. Lo Stato è costretto a salvare nuovamente EDF

Il sistema elettrico francese è sotto tensione questo inverno a causa di numerosi arresti di reattori nucleari, per manutenzione e verifica di problemi di corrosione. Attualmente, 27 reattori nucleari non sono disponibili su 56.

Vedi anche:  Dopo dodici anni di ritardo e una tripla fattura, finalmente è partita l'EPR finlandese

Articolo precedenteIn Spagna, nuova avanzata dell’estrema destra
Articolo successivoI giusti riflessi quando esplode la bolletta energetica