I due uomini erano scomparsi da oltre una settimana. I corpi del giornalista britannico Dom Philips e dell’esperto indigeno brasiliano Bruno Pereira sono stati trovati in Amazzonia, ha detto lunedì (13 giugno) al media brasiliano G1 Alessandra Sampaio, la moglie del giornalista deceduto.

L’informazione è stata data anche dal quotidiano inglese Il guardiano, per il quale ha collaborato Dom Philips. Il quotidiano afferma che l’ambasciatore del Brasile a Londra ha dato la notizia alla sua famiglia in una telefonata all’inizio di lunedì.

Legato ad un albero

“Ha detto che voleva farci sapere che avevano trovato due corpi”ha detto Paul Sherwood, cognato di Dom Phillips, ai media britannici. “Non ha descritto il luogo e ha detto solo che era nella foresta pluviale, e ha detto che erano legati a un albero e non erano stati ancora identificati”, Ha aggiunto.

Vedi anche:  Comunità politica europea: Macron ricicla un'idea di Mitterrand

Il presidente del Brasile Jair Bolsonaro da parte sua ha confermato nel pomeriggio la scoperta del “viscere umane (…) galleggiando sul fiume. L’identificazione dei corpi è in corso.

Dom Philips e la sua guida Bruno Pereira si erano recati nella Riserva della Valle di Javari, vicino al confine con il Perù, per condurre ricerche sulla protezione della foresta pluviale amazzonica per la Fondazione Alicia Patterson. La scomparsa dei due uomini è stata denunciata il 5 giugno, in questa regione del Brasile dove è all’ordine del giorno traffici di ogni genere.

Un sospetto in custodia

In una dichiarazione, lo ha affermato la polizia federale brasiliana “materiale biologico è stato trovato ed è in corso di esame” senza però confermare che i corpi ritrovati siano proprio quelli del giornalista e della sua guida. Lo hanno detto anche le autorità “gli effetti personali delle persone scomparse”trovati anche domenica 12 giugno vengono esaminati.

Vedi anche:  L'ombra del survivalismo dietro la defenestrazione di una famiglia a Montreux

Un uomo di 41 anni viene fermato dalla polizia dopo il ritrovamento vicino alla sua abitazione di effetti personali che potrebbero appartenere agli scomparsi. Sono in corso di analisi anche le tracce di sangue trovate sulla sua barca. Secondo diversi testimoni, l’uomo è stato visto nella sua barca sfrecciare nella direzione in cui si stavano dirigendo Dom Philips e Bruno Pereira.

Articolo precedenteritrovati gli effetti personali delle due persone scomparse
Articolo successivoCome rinfrescare la casa in caso di calore elevato?