Molti utenti lo chiedono da molti anni, potrebbe diventare realtà. Il social network Twitter ha annunciato martedì 5 aprile che stava lavorando a una nuova versione che consente di modificare un messaggio. “Dato che tutti se lo chiedono… Sì, stiamo lavorando su una funzione di editing dall’anno scorso!” », ha twittato l’azienda californiana.

Grazie a questo pulsante, non sarà più necessario eliminare il tuo tweet per scriverne uno nuovo in caso di errore di ortografia o per correggere un errore. Questa nuova funzionalità sarà prima testata dagli abbonati a Twitter Blue, il servizio premium che dà accesso a determinati privilegi. La piattaforma vuole quindi determinare “cosa funziona, cosa non funziona e cosa è possibile”.

Guardrail

Questo annuncio arriva pochi giorni dopo che Elon Musk, già CEO di Tesla e SpaceX, è entrato nella capitale di Twitter. Acquistando il 9,2% del capitale, il miliardario è diventato immediatamente il maggiore azionista di questa società simboleggiata da un uccello blu, la cui capitalizzazione ammonta a oltre 30 miliardi di dollari.

Vedi anche:  Immobili, appalti, forniture… Il modello economico delle case di cura private al microscopio

→ RILEGGI. Un grande investimento azionario di Elon Musk spinge Twitter verso il mercato azionario

“Non ci è venuta questa idea grazie a un sondaggio”, scherzato sui social media martedì, riferendosi a una consultazione lanciata da Elon Musk sul suo account Twitter, seguito da oltre 80 milioni di abbonati. Alla domanda di Elon Musk, “Vuoi un pulsante di modifica? », hanno risposto oltre 4 milioni di utenti. Votando quasi tre quarti per il “sì”.

Il social network, però, ha avvertito che i test ci sarebbero voluti ” volta “perché una tale funzione potrebbe “essere utilizzato per modificare gli archivi di una conversazione pubblica”. Sarà quindi necessario disporre di tutele come “tempi, controlli e trasparenza su quanto modificato”.

La creazione di una funzionalità del genere, da tempo richiesta dagli utenti, era sempre stata spazzata via dalla piattaforma. Durante un’intervista alla rivista Cablata nel gennaio 2021, uno dei fondatori del social network, Jack Dorsey, ha dichiarato: Abbiamo considerato gli aspetti pratici (di un pulsante di modifica), ma probabilmente non lo faremo mai. » Alla fine ha rinunciato al posto di direttore generale di Parag Agrawal lo scorso novembre.

Vedi anche:  Per le società straniere, la Francia resta interessante

Articolo precedenteArmi esplosive nelle aree popolate, mobilitazione al suo interno
Articolo successivola Russia può essere esclusa dal Consiglio di sicurezza dell’ONU?