martedì, Maggio 17, 2022
Home Mondo Ucraina: a Kryvyi Rih, l’ora della ripresa economica sotto minaccia russa

Ucraina: a Kryvyi Rih, l’ora della ripresa economica sotto minaccia russa

30
0

Alla fine di aprile a Kryvyi Rih, una città mineraria e industriale di 650.000 abitanti. Sotto una pioggerella incessante e glacial, il “krushovka”, questi barres di mattoni e cemento grigiastro costruiti dai prigionieri di guerra durante l’era di Krusciov, sembrano abbandonati. Alcuni Lada stanno circolando. La città natale di Volodymyr Zelensky sta lentamente emergendo dal suo torpore. Le truppe russe sono state respinte di 50 km a sud e nel bacino economico dell’Ucraina la produzione sta gradualmente riprendendo. Secondo il vicesindaco Serguiyv Miliutin, le attività industriali a Kryvyi Rih rappresentavano dal 7 al 10% del prodotto interno lordo (PIL) dell’Ucraina prima della guerra. Dopo la distruzione delle infrastrutture industriali a Kharkiv e Mariupol, riavviare la produzione a Kryvyi Rih è diventata una necessità assoluta. La città è uno degli ultimi polmoni economici ancora funzionanti del paese. Seduto dietro una grande scrivania di legno, il vicesindaco elogia il know-how della sua città: “La storia economica della città risale al 1880, quando, dopo la scoperta delle prime miniere, francesi, belgi e inglesi vi si stabilirono per sviluppare l’industria del minerale di ferro. L’acciaio della Tour Eiffel siamo noi! »

Essenziale

Articolo precedenteLa “pubblicità” dell’aborto sarà presto consentita in Germania
Articolo successivouna lamentela e molte incognite