► Nuove sanzioni contro la Russia, aiuti aggiuntivi all’Ucraina

Gli Stati Uniti adotteranno mercoledì 6 aprile, in coordinamento con Unione Europea e G7, nuove sanzioni contro la Russia volte in particolare a vietare “nuovo investimento” in questo paese, secondo una fonte a conoscenza della questione. Da parte sua, la Commissione europea ha proposto martedì ai Ventisette di fermare gli acquisti di carbone russo, che rappresenta il 45% delle importazioni dell’UE, e di chiudere i porti europei alle imbarcazioni russe o alle navi gestite da russi.

→ LEGGI. Guerra in Ucraina: ripulire il controspionaggio europeo prima di nuove sanzioni

Martedì gli Stati Uniti hanno anche annunciato che avrebbero rilasciato ulteriore assistenza alla sicurezza all’Ucraina fino a 100 milioni di dollari. è “per soddisfare un urgente bisogno ucraino di ulteriori sistemi anticarro Javelin, che gli Stati Uniti hanno fornito all’Ucraina e hanno utilizzato in modo così efficace per difendere il suo paese”ha affermato il Pentagono in una nota.

► Civili “mirati deliberatamente” a Boutcha

A Boutcha, cittadina ucraina dove sono stati scoperti decine di corpi dopo il ritiro delle truppe russe, le immagini lasciano pochi dubbi sugli abusi commessi, ha affermato un portavoce dell’Ufficio dell’Alto Commissario delle Nazioni Unite per i diritti umani. “Tutti i segnali indicano che le vittime sono state deliberatamente prese di mira e uccise direttamente. E questa prova è molto inquietante”.ha sottolineato.

Vedi anche:  Lontani da Gaza, i leader palestinesi di Hamas preferiscono vivere la bella vita in Qatar

→ RELAZIONE. “Molte vittime di stupro non vogliono parlare”: a Boutcha si contano i morti e si sfamano i sopravvissuti

La Francia offrirà risorse finanziarie e umane per sostenere le indagini sui massacri attribuiti alle forze russe in Ucraina, ha annunciato anche l’Eliseo martedì sera dopo un incontro tra il presidente Emmanuel Macron e il suo omologo ucraino Volodymyr Zelensky.

Da parte sua, il capo della diplomazia russa Sergei Lavrov ha ritenuto che il ritrovamento di cadaveri a Boutcha fosse un “provocazione” mirato a far deragliare i negoziati in corso tra Kiev e Mosca.

► Esplosioni a Leopoli, situazione “invivibile” a Mariupol

Le esplosioni sono avvenute martedì sera nella cittadina di Radekhiv, a 70 chilometri da Lviv, la grande città dell’Ucraina occidentale, ha annunciato un funzionario locale, invitando la popolazione a rifugiarsi. Vicino al confine con la Polonia, Leopoli è diventata una città di rifugio per gli sfollati.

Vedi anche:  Falchi contro Trumpisti: la destra americana divisa sulla guerra in Ucraina

A sud-est, Mariupol ha “ha superato la fase della catastrofe umanitaria”affermò il sindaco di questa città assediata dall’esercito russo, qualificandosi“invivibile” la situazione dei circa 120.000 abitanti ancora in essere.

La Russia sta diventando più forte “prendere il controllo dell’intero Donbass”nell’Ucraina orientale, e raggiungere “un ponte di terra con la Crimea”annesso da Mosca nel 2014, ha affermato il Segretario generale della NATO. “Le truppe russe hanno lasciato la regione di Kiev e l’Ucraina settentrionale. Vladimir Putin sta spostando un gran numero di truppe a est in Russia. Stanno per riarmarsi, ricevere rinforzi in numero, perché hanno subito molte perdite, e rifornirsi per lanciare una nuova offensiva altamente concentrata nella regione del Donbass”.Lui ha spiegato.

Articolo precedenteFormaggi richiamati, giovane morte dopo una sagra, Covid in Cina: le 3 notizie della notte
Articolo successivoArmi esplosive nelle aree popolate, mobilitazione al suo interno