Si apre un nuovo periodo di tensioni militari per la penisola coreana. Di fronte a una Corea del Nord più che mai determinata a portare avanti i suoi programmi di missili balistici e persino a rilanciare i suoi test nucleari, l’arrivo al potere, martedì 10 maggio, del nuovo presidente sudcoreano Yoon Suk-yeol non fa ben sperare. . A 61 anni, questo famigerato guerrafondaio ha annunciato il colore qualificando la Corea del Nord come “nemico principale” dalla Corea del Sud. E questa linea dura sembra già aver fatto arrabbiare Pyongyang.

Yoon Suk-yeol minaccia la Corea del Nord con un attacco preventivo “se necessario”

Per cinque anni, il presidente sudcoreano Moon Jae-in ha perseguito una politica di dialogo con Pyongyang che ha allentato le tensioni ma che non ha portato ad alcun trattato di pace o alla denuclearizzazione della Corea del Nord. Per il conservatore Yoon Suk-yeol, vincitore sul filo giovedì 10 marzo, questo approccio “servile” ha provocato un evidente fallimento. Durante la campagna, chiamò Kim Jong-un a “ragazzo maleducato” e ha promesso che una volta al potere avrebbe fatto comportare in un certo modo il leader nordcoreano “adulto”. Peggio ancora, questo giurista entrato in politica da poco si è addirittura detto pronto per un attacco preventivo contro la Corea del Nord. ” se necessario “.

→ RITRATTO. Corea del Sud: Yoon Suk-yeol, un nuovo presidente guerrafondaio

Vedi anche:  Joe Biden davanti al Congresso, per rianimare

Tre giorni prima che Yoon Suk-yeol entrasse in carica e poche ore dopo che gli Stati Uniti avevano avvertito che Pyongyang avrebbe potuto riprendere i test nucleari nelle prossime settimane, la Corea del Nord ha lanciato un missile balistico mare-terra, ha annunciato lo stato maggiore dell’esercito sudcoreano. Si tratta della quindicesima dimostrazione di forza quest’anno per questo Paese dotato di armi nucleari, che a marzo ha lanciato per la prima volta dal 2017 anche un missile balistico intercontinentale.

“Un settimo test nucleare sarebbe il primo da settembre 2017”

“Invece di accettare inviti al dialogo, il regime di Kim sembra prepararsi a testare una testata nucleare tattica”, afferma Leif-Eric Easley, professore alla Ewha University di Seoul. La Corea del Nord aveva condotto sei test nucleari prima di impegnarsi in una diplomazia di alto livello con gli Stati Uniti, con l’allora presidente degli Stati Uniti Donald Trump che ha incontrato Kim Jong-un quattro volte. “Un settimo test nucleare sarebbe il primo da settembre 2017 e alimenterebbe le tensioni nella penisola coreana, aumentando i pericoli di errori di calcolo e di comunicazione errata tra il regime Kim e la futura amministrazione Yoon”, spiega ulteriormente Leif-Eric Easley.

“La speranza di distensione e di riavvicinamento tra Nord e Sud che regnava durante la presidenza sudcoreana di Moon Jae-in sembra definitivamente spenta, assicura la coreanologa francese Juliette Morillot (1). Anche il contesto regionale è completamente cambiato dopo due anni di epidemia di Covid che ha costretto alla chiusura totale dei confini nordcoreani. »

Il quasi totale isolamento della Corea del Nord non ha impedito a Kim Jong-un di accelerare la modernizzazione del suo arsenale, affermandosi più che mai come una seria potenza nucleare. Più passa il tempo, più difficile sarà convincere Pyongyang a rinunciare al suo arsenale nucleare, che il regime considera suo “assicurazione sulla vita contro qualsiasi attacco americano”, specifica Juliette Morillot.

Vedi anche:  Mike Pence affronta Donald Trump frontalmente per la prima volta

→ MANUTENZIONE. Corea del Nord: “Il fuoco dei missili continuerà”

La Corea del Sud, nel frattempo, ha una capacità di armi convenzionali superiore rispetto al suo vicino settentrionale, e Yoon Suk-yeol ha già chiesto il dispiegamento di più risorse militari statunitensi… proprio quando il presidente degli Stati Uniti Joe Biden dovrebbe visitare Seoul il 20 maggio.

La Corea del Sud ha testato il proprio missile balistico strategico mare-superficie nel 2021, diventando uno dei pochi paesi a padroneggiare questa tecnologia. Ha anche svelato un missile da crociera supersonico, evidenziando una corsa agli armamenti nella penisola, che appare più che mai come una vera polveriera.

Articolo precedentedi fronte alla Russia, disillusione e introspezione in Germania
Articolo successivouna possibilità su due che la soglia di + 1,5°C venga superata entro 5 anni, secondo l’ONU